Come si colloca Gaston Pereiro nel 4-3-3 di Di Francesco

Col nuovo modulo l'uruguagio potrebbe venire finalmente valorizzato giocando da esterno d'attacco, posizione a lui congeniale

pubblicato il 16/08/2020 in La Lavagna Tattica da Michelangelo Corrias
Condividi su:
Michelangelo Corrias
2020

Gaston Pereiro potrebbe aver trovato finalmente il ruolo che fa per lui. Con l'arrivo di Eusebio Di Francesco sulla panchina del Cagliari ecco che verrà rispolverato il 4-3-3, che nell'Isola non si vede da un po', prevedendo dunque l'utilizzo delle ali.

L'uruguagio viene da una stagione in ombra, dove ha segnato solo una rete in maglia rossoblu, senza convincere più di tanto. Con il nuovo modulo però si giocherà le sue chance, avendo la possibilità di potersi esprimere nella posizione che predilige, quella di esterno destro, come ai tempi del PSV.

Di Francesco potrebbe valorizzarlo e sgrezzarlo per renderlo adatto ai ritmi del calcio italiano. Pereiro è uno che sa saltare l'uomo, creare superiorità numerica e quando rientra su quel mancino è sempre pericoloso. In Olanda si è distinto anche per la capacità di sfornare assist, per cui potrebbe diventare il compagno di reparto ideale di Pavoletti o Simeone.

L'aspetto da considerare però sarà quello del lavoro senza palla, perché il numero 20 ha avuto diversi problemi ad ambientarsi in Italia a causa dei compiti in fase difensiva. Un esterno d'attacco deve anche tornare a dare una mano, Di Fra dovrà calcare la mano su questo aspetto.

Pereiro non è di certo arrivato in Sardegna per fare panchina, la società punta molto su di lui: con questo cambio di modulo e col nuovo tecnico potrebbe esplodere definitivamente.