Partecipa a Blog Cagliari Calcio 1920

Sei già registrato?

Accedi con e-mail e password

La Ferrari si ferma, la 500 continua il suo cammino!

L’analisi della gara del Massimino: un pizzico di fortuna e tanta voglia, da parte del Cagliari, di raggiungere l’obiettivo salvezza. A piccoli passi

Condividi su:

27’ del secondo tempo: Rizzoli, arbitro internazionale, vede una trattenuta di Avelar ai danni di Leto. A tutti pare un intervento veniale, sul cerchio del centrocampo, ma non al fischietto bolognese, che estrae il secondo giallo e manda il brasiliano anzitempo negli spogliatoi.

Sarebbe potuta costare cara l’espulsione di Avelar, in una partita cruciale per il cammino del Cagliari verso la salvezza. Ma, per fortuna, non è stato così. I sardi sono riusciti a strappare un importante pareggio, in un match che il Catania ha cercato di vincere in tutti i modi. Colpendo anche due pali.
Si è potuto ammirare un bel collettivo, che come al solito ha cercato di guardare al comune obiettivo: nel primo tempo ha provato a pungere, riuscendo a trovare la via del gol nella seconda frazione. Poi, complici il pareggio catanese, la già citata espulsione e la risvegliata “bolgia” del Massimino, ci si è dovuti difendere con le unghie e con i denti.

L’uruguaiano Vecino è sempre più una piacevole scoperta: dotato di grande tecnica, è abile in copertura e in fase di ripartenza. Ma è anche capace di segnare: sono due le marcature consecutive. Intanto, la Fiorentina monitora attentamente i progressi del suo giocatore.

E una menzione particolare merita, per l’ennesima volta, Avramov. Il portierone serbo anche ieri ha contribuito a salvare il risultato. L’intervento sulla punizione di Lodi occuperà le prime pagine di diversi giornali.

Che Lopez sia stato troppo rinunciatario, dopo l’espulsione di Avelar, lo pensano diversi tifosi: Cossu schierato da prima punta sa tanto di esperimento comico. Alla fine, però, ha avuto ragione lui. Che dire allora, se non fare i complimenti al mister? Ricordiamoci che, qualche settimana fa, il tecnico non avrebbe più dovuto sedere sulla panchina rossoblù.

Stiamo sereni, dunque, e lasciamo lavorare la squadra e l’allenatore. E non pensiamo alle vicende extrasocietarie: quelle, fatte di chiacchiere e pochi fatti, contribuiscono non poco a distogliere l’attenzione dal campo, e dal reale obiettivo della compagine sarda, la salvezza.

Per i più curiosi, inoltre, il Cagliari è la squadra che ha pareggiato di più in trasferta in questo campionato: ben 7 pareggi. Che magari, prima o poi, arrivasse anche la prima vittoria?

Lo speriamo. Intanto prendiamo atto del fatto che la 500 rossoblù continui, seppur lentamente, a camminare, mentre oltremanica, a Leeds, la Ferrari biancogialloblu ha lasciato l’Elland Road con il motore danneggiato. Parallelismi interessanti. Non sarà mica la vecchia e amata 500 a funzionare meglio?

Crediamo di sì. E, sarà anche la solita retorica, questa macchina ci piace sempre più.

Condividi su:

Seguici su Facebook