Partecipa a Blog Cagliari Calcio 1920

Sei già registrato? Accedi

Password dimenticata? Recuperala

Rigore non concesso al Benevento, Vigorito: "Una vergogna davanti a milioni di spettatori"

"Quando si vuole ammazzare una squadra del sud mandano Mazzoleni"

La Redazione
Condividi su:

Il Presidente del Benevento Ciro Vigorito è intervenuto ai microfoni di Sky Sport per commentare la sconfitta per 1-3 maturata contro il Cagliari. 

Ecco le sue parole:

“Credo che con i mezzi a disposizione lo abbiate visto anche voi. Il calcio si fermasse a guardare le immagini che hanno visto tutti tranne Mazzoleni. Posso dire che oggi mi sono arrivati messaggi da Napoli, mi hanno scritto che quando si vuole ammazzare una squadra del sud si chiama Mazzoleni. Non parlo dell’arbitro, parlo della televisione: se un arbitro non guarda la VAR non va bene. Noi ci rimettiamo un anno, il signor Mazzoleni ha sbagliato. In quindici anni non ho mai parlato contro gli arbitri, questi personaggi devono uscire dal calcio.

L’arbitro ha detto a Viola che il tocco era leggero. Con questo fatto della valutazione della pressione si giustificano i falli. Bisogna guardare le immagini e valutare il fallo.

Io ho la brutta abitudine di leggere i regolamenti, la valutazione dei contatti è compito del direttore di gara.

Sul fuorigioco chiamato a Caprari non ho visto nemmeno la linea in Tv. Non c’era il fuorigioco e anche in quel caso era rigore.

Oggi sono qui davanti a milioni di spettatori a dire che è una vergogna. Mi mandassero dove vogliono, non è detto nemmeno che stia nel calcio.

Il Benevento è colpevole di aver dilapidato 10 punti nel girone di ritorno. Io sono responsabile della situazione ma non per quello che succede all’esterno. Il VAR serviva a ridurre le discussioni invece le ha ampliate. Se Il VAR si comporta come ha fatto oggi, il colpevole è quello che guardava il VAR. Guarda caso è la stessa persona.

Per me è incomprensibile mandare un arbitro al VAR che la settimana precedente aveva sbagliato”.

Condividi su:

Seguici su Facebook