Inzaghi: "Il Cagliari non ci ha impensieriti"

"Orgoglioso dei miei ragazzi"

pubblicato il 06/01/2021 in Interviste da La Redazione
Condividi su:
La Redazione

La gara tra Cagliari e Benevento è terminata con il risultato di 1-2 e Filippo Inzaghi è appena arrivato ai microfoni di Sky per commentare la prestazione contro i sardi.

Ecco le sue parole:

“Dobbiamo salvarci, il nostro obiettivo non cambia. Non ho più parole per descrivere i ragazzi, ci davano tutti per spacciati e invece guardate ora.

Sau? Per come si allenano i ragazzi, potrei scegliere occhi chiusi. Improta ha fatto il terzino destro ed è un attaccante. Le partite si vincono con lo spirito. Abbiamo fatto qualcosa di speciale con direttore e presidente, continuiamo così.

Mercato? Dobbiamo salvaguardare il gruppo dei record dello scorso anno. Abbiamo perso Letizia e qualcuno ci serve. Parleremo con il direttore per capire quali giocatori potrebbero darci una mano.

Sappiamo benissimo com’è la Serie A. Inizi benissimo, poi ne perdi 8/9 e ti ritrovi giù. Non dobbiamo perdere di vista l’obbiettivo che è la salvezza, tutti ci davano per spacciati. Oggi il nostro portiere non è stato impensierito molto da una squadra con Simeone, Nainggolan, Joao Pedro, Pavoletti e altri. Sono orgoglioso dei ragazzi.

Ho cercato di dare un’impronta di gioco perché conosco la serie a, se ti difendi e basta perdi sempre. Ogni tanto soffriamo, ogni tanto andiamo a pressare alti. Stiamo giocando da squadra matura, è quello che volevo perché altrimenti non avremmo avuto speranze”.