Joao Pedro: "Cagliari speciale, contro la Juve so già come esultare"

“Devo molto a mio padre"

pubblicato il 17/11/2020 in Interviste da La Redazione
Condividi su:
La Redazione
2020

“Due anni fa mi sono detto che dovevo alzare il livello. So che posso fare la differenza, anche se è difficile”. Così Joao Pedro ai microfoni di TuttoSport.

“Devo molto a mio padre – continua il brasiliano – che mi ha preparato a tante cose che mi sarebbero accadute. Nel mondo del calcio ho cercato sempre di rubare qualcosa a tutti gli allenatori che ho avuto”.

Nella storia del Cagliari

“Squadra e città hanno qualcosa di straordinario. Qui si respira il calcio in modo diverso, la squadra è l’orgoglio di tutti gli abitanti di questa terra. Dispiace non poterli avere allo stadio al nostro fianco”.

La prossima contro la Juve

“Hanno giocatori formidabili e una mentalità incredibile che li porta a essere più forti degli altri nei momenti di difficoltà. Se potessi togliergli un calciatore gli leverei Cristiano Ronaldo, senza ombra di dubbio. Sarà difficile, però mio figlio André mi ha già detto come esultare in caso di gol”.