Passetti: "Senza tifosi non è calcio, si aprano gli stadi"

"Ci abbiamo provato fino all'ultimo"

pubblicato il 29/07/2020 in Interviste da La Redazione
Condividi su:
La Redazione
foto: Cagliari Calcio

"Giocare a porte chiuse ha condizionato tutte le squadre, al di là del calore di questa o quella piazza. Senza tifosi non è calcio, inutile nasconderci, ed è uno scenario devastante per tutti". Così il Dg del Cagliari Mario Passetti prima della gara contro la Juve. 

"Ogni componente del nostro mondo deve lavorare sodo da subito per arrivare all'inizio del prossimo campionato con un protocollo che sia guidato dal buon senso e che questo riguardi anche la frequenza dei tamponi durante la stagione. Credo che ciascuno di noi debba magari fare meno dichiarazioni e prodigarsi invece nel lavorare con l'obiettivo di far tornare i nostri tifosi sugli spalti".  

"Abbiamo provato fino all'ultimo a riportare i tifosi e gli appassionati nel nostro stadio, proponendo anche che Cagliari e la Sardegna fungessero da test grazie al fatto che il tasso di contagio registrato qui è stato sempre basso, per fortuna. Purtroppo non è stato possibile, adesso è il momento di fare tutti il nostro dovere per un traguardo fondamentale".