Spadafora: “Impossibile vedere i tifosi allo stadio prima di settembre”

“Conviene proseguire sulla linea di prudenza che ci ha permesso di ripartire”

pubblicato il 16/07/2020 in Interviste da La Redazione
Condividi su:
La Redazione

Il Ministro dello sport Vincenzo Spadafora ha annunciato che non sarà possibile organizzare la riapertura parziale degli stadi in questa stagione ma solamente a partire dalla prossima:

"L'emergenza sanitaria ci ha costretto a bloccare tutto, poi con gradualità siamo riusciti a ripartire. La prudenza ci ha consentito di ripartire, riprendendo alla fine anche le competizioni. Oggi confrontandomi col Ministro della Salute e col Cts si conviene proseguire su questa linea di prudenza che ci ha consentito di riaprire le attività sportive e, semmai, prepararci in maniera forte affinché a settembre ci siano davvero tutte le condizioni per poter riaprire gli stadi e permettere a decine di migliaia di tifosi di assistere alle competizioni sportive. E' vero che negli stadi ci sarebbero le condizioni per permettere a un numero limitato di tifosi di entrare, ma il pericolo sarebbe quello di consentire a un flusso di 10-12 mila persone di andare tutte allo stesso posto. Bisognerebbe capire come gestire subito questo flusso: mancando ormai poco più di due settimane alla fine del campionato oggi, insieme alla Federazione e alle Leghe, sarebbe difficile da organizzare. Il mio impegno è quello di attuare questo piano nel prossimo mese di settembre".