Zenga: "Europa? Bisogna crederci"

"Nove gare sono tante"

pubblicato il 01/07/2020 in Interviste da La Redazione
Condividi su:
La Redazione
Foto: Valerio Spano

Bologna-Cagliari è terminata il risultato di  1-1 e Walter Zenga ha commentato così la prestazione dei suoi contro gli uomini di Mihajlovic.

Ecco le sue parole:

“Fuorigioco sull'episodio del gol? Joao salta senza volerla toccare, torna indietro e salta perché non vuole prenderla. 

I corner? Ho rischiato di più io perché noi abbiamo sbagliato i tempi dei movimenti della palla, di conseguenza non abbiamo avuto le coperture giuste. 

Miha? Sono felice perché ho rivisto un grande amico. 

Problemi di cambi? Sì, abbiamo 5 cambi ma in 3 interruzioni. Se si infortunano i giocatori uno alla volta è difficile.

Simeone? 4 gol in 4 partite, sta andando alla grande. Volevo toglierlo a 20 minuti dalla fine ma la partita era difficile.

Il Bologna sta bene in campo. Mi piace la mentalità di Sinisa, il suo modo di pensare calcio. Alla fine lui ha urlato “dai che facciamo gol” e io ho risposto “dai che non lo prendiamo”.

Europa? Ci sono tante partite ancora, se non si crede in qualcosa è inutile giocare.

Cragno? Alessio è un patrimonio del Cagliari, tornerà utile anche a Mancini in Nazionale”.