Tardelli: "Giocare col caldo? Non sarà un problema. Nodo contratti in scadenza da risolvere"

"Ripresa Serie A? Non vedremo un calcio eccellente"

pubblicato il 03/06/2020 in Interviste da La Redazione
Condividi su:
La Redazione

Marco Tardelli, noto ex giocaotre, allenatore e Campione del Mondo con l'Italia nell'82, è stato intervistato in esclusiva da Tuttomercatoweb, dove ha parlato dei temi più caldi riguardanti la ripresa della Serie A.

Ecco le sue dichiarazioni:

"Giocare di pomeriggio sarà un problema? No. Perché è un problema che non esiste. Io ho giocato anche a luglio e agosto. Abbiamo giocato ad orari peggiori. In emergenza ci si può adattare. Per i calciatori non sarà un problema scendere in campo alle 17:15. Sicuramente a quell’ora non si giocherà a Lecce o Napoli.

Contratti in scadenza dal 30 giugno? Questa è la differenza tra la Germania e noi. Il problema va risolto, siamo già in ritardo. Chi di competenza avrebbe dovuto risolvere questa situazione prima di stabilire la data di ritorno in campo e di pensare agli orari. C’è stata confusione.

Che ripresa sarà? Non vedremo un calcio eccellente. Allenarsi a casa è diverso. Inizialmente non sarà uno spettacolo fantastico, poi bisognerà vedere strada facendo.

Volontà e voglia ci sono. Mi sembra che ultimamente siamo state fatte cose con tanta confusione. I calciatori devono essere gli attori principali e se oggi non vengono ascoltati un motivo ci sarà”.