Pellegrini: "Il Cagliari qualcosa di unico, come una famiglia"

"Qui piano di crescita pluriennale e investimenti importanti"

pubblicato il 26/10/2019 in Interviste da La Redazione
Condividi su:
La Redazione

“I sardi sono bravissimi nel trasmettere il loro senso di appartenenza e di attaccamento alla maglia, alla loro terra. Il Presidente Giulini ha ragione quando dice che rappresentiamo non solo una tifoseria ma anche un popolo, non solo una città ma anche un’Isola. È l'unicità del Cagliari”. Così Luca Pellegrini ai microfoni di Tuttosport.

“Il Presidente - prosegue il terzino rossoblù - ha varato un piano di crescita pluriennale e ha fatto investimenti importanti. Penso al mercato, al nostro centro sportivo, al vivaio, al progetto di un nuovo stadio. La sensazione è che ci sia una crescita societaria, di programmi, di azioni e investimenti”.

Crescita

“Voglio continuare a dimostrare a me stesso che se sono qui è perché c'è un motivo. Voglio vederla dentro di me, la crescita. Voglio migliorarmi e meritare. In passato ho avuto degli infortuni, che ho cercato di trasformare in punti di forza. Il ricordo di quando ero fermo è ancora vivo ed è anche per questo che faccio una corsa e uno scatto in più”.

Il Cagliari come una famiglia

“Trascorriamo tanto tempo assieme anche lontano dai campi di allenamento. Nel centro sportivo prima e dopo il lavoro sul campo. Per noi essere giocatori del Cagliari non si riduce a stare un'ora e mezzo col pallone tra i piedi, nel nostro spogliatoio c'è qualcosa di familiare. Il mister è molto scrupoloso, cura ogni dettaglio, vuole tanta intensità, ci sprona senza caricarci di pressioni eccessive. Ci fa crescere sotto ogni aspetto, tecnico e tattico”.