Nández lascia il Boca: "Grazie a tutti, un giorno tornerò"

"Gioco anche la gara di ritorno"

pubblicato il 25/07/2019 in Interviste da La Redazione
Condividi su:
La Redazione

Nahitan Nández è pronto a lasciare il Boca per sposare la causa del Cagliari.

Ecco le sue parole ai microfoni di Fox Sports al termine della gara nella notte in Copa Libertadores giocata e vinta 1-0 contro il Club Athletico Paranaense:

“Mi sono posto come obiettivo queste ultime due gare. È qualcosa di bello chiudere nel nostro stadio. Sono felice, contento, per i miei compagni e per il gruppo. Abbiamo fatto un grande precampionato e siamo venuti in Brasile mettendoci il cuore. Abbiamo ottenuto questo risultato sul campo e mercoledì prossimo giocheremo un’altra finale.

È molto difficile descrivere a parole l’amore che mi dà la gente, qui mi sono trovato benissimo fin dal primo istante. Non posso non dire che mi costa andarmene da qui, chissà che un giorno non possa tornare. È un arrivederci”.

Tutto fatto, quindi - come anticipatovi - per l’arrivo al Cagliari del centrocampista uruguaiano classe 1995 Nahitan Nández.

Il club di Via Mameli versa nelle casse del Boca (in un’unica soluzione) la somma di 17 milioni di euro, ovvero poco meno di 20 milioni di dollari, cifra e valore della clausola rescissoria che “bloccava” il calciatore in gialloblù.

Al club presieduto da Angelici va il 70% dell’introito, il restante 30% finisce nelle tasche di Pablo Bentancur (Agente di Nández). Ciò in virtù del fatto che il cartellino dell’ormai quasi ex Xeneizes appartiene per il 70% al club e per il restante 30% al procuratore. Nulla di strano, è una “caratteristica” ricorrente nel calcio argentino e più in generale in quello sudamericano.

Il Cagliari si è inoltre obbligato in solido al versamento in favore del Boca del 12% della cifra che andrà ad incassare in caso di futura vendita del calciatore.

Nahitan Nández (il cui passaggio in rossoblu verrà ufficializzato soltanto dopo gli impegni in Copa Libertadores, ovvero possibile dall’1 Agosto) si legherà al Cagliari (diventando l’acquisto più oneroso della storia del sodalizio isolano) firmando un contratto di cinque anni da un milione netto a stagione.