Tutti bocciati, si salva solo Cragno: le pagelle rossoblù

Le pagelle del Cagliari che perde 4-0 contro l'Inter

pubblicato il 12/12/2021 in Il Borsino Rossoblù da Michelangelo Corrias
Condividi su:
Michelangelo Corrias
2020

Cragno: 7,5. Sempre attento, compie un miracolo su Sanchez e para il rigore a Lautaro. Sul gol di quest'ultimo invece può davvero poco. Super ancora una volta su Dumfries, sul tiro al volo di Sanchez è incolpevole. Risponde bene invece su un'altra botta del cileno. Sulla frustata di Calhanoglu e sul tocco di Lautaro non può farci niente. Compie un altro grande intervento su Barella. Ha fatto tutto bene, ma da solo non basta.

Caceres: 5. Primo tempo sufficiente, ma nel secondo non legge una palla di Barella in mezzo e lascia Sanchez libero di calciare al volo. Dal 70' Zappa: S.V.

Godin: 5. È quello più sicuro in difesa all'inizio, poi anche lui inizia ad affondare insieme alla barca. Si perde Lautaro sul 4-0.

Carboni: 4,5. Soffre gli inserimenti di Dumfries, non corpre bene su Barella sul raddoppio nerazzurro, va in affanno spesso quando l'Inter spinge dalle sue parti. Dall'82' Obert: S.V.

Bellanova: 5. Troppo timido, le poche volte che parte sbatte contro il muro nerazzurro, non riesce a dare il solito contributo in avanti.

Marin: 4,5. Soffre anche lui in mezzo al campo, si trova sempre tra l'incudine e il martello. Non partorisce uno straccio di gioco. Troppo molle sul terzo gol dell'Inter, quando lascia calciare con facilità Calhanoglu.

Grassi: 5. Si fa inghiottire dal centrocampo nerazzurro, perde anche un pallone sanguinoso che porta al rigore dell'Inter, anche se poi Cragno para. Troppo lento e macchinoso. Dal 58' Lykogiannis: 5. Non porta nulla in più, ma ha l'alibi di entrare a tempesta in corso.

Deiola: 4,5. È uno dei pochi a provarci nel primo tempo, ma a inizio ripresa si divide la colpa con Caceres per una marcatura troppo leggera su Sanchez, che infatti punisce. Lascia troppo spazio ai centrocampisti nerazzurri. Dall'82' Oliva: S.V.

Dalbert: 4,5. Poco presente, erroraccio sull'azione del rigore che però Lautaro sbaglia, dalle sue parti passano con troppa facilità.

Joao Pedro: 5. Si perde Lautaro in area che di testa non perdona, poi cerca di combinare qualcosa ma può davvero poco. Impalpabile come tutto il resto della squadra.

Keita: 5. Tocca pochissimi palloni, non viene cercato quasi mai. Non pervenuto. Dal 70' Pavoletti: S.V.

Mazzarri: 4. L'Inter è pur sempre l'Inter, soprattutto in casa, ma il suo Cagliari oggi è stato impresentabile. Nel primo tempo ha retto bene o male l'urto senza creare però nulla, ma nella ripresa non è semplicemente uscito dagli spogliatoio, divetando vittima di un tiro al bersaglio clamoroso. Pavoletti che entra sul 4-0 non si comprende. Mancava Nandez, vero, ma nonostante questo stasera si sono fatti cinque passi indietro rispetto alle ultime partite. E la classifica continua a piangere.