CAGLIARI DA CHAMPIONS! Le pagelle rossoblù

Le pagelle del Cagliari, vittorioso 5-2 contro la Fiorentina

pubblicato il 10/11/2019 in Il Borsino Rossoblù da Marco Zucca
Condividi su:
Marco Zucca

Olsen: 7. Sicuro negli interventi, compie una grande parata su una conclusione ravvicinata di Pezzella. Nella ripresa altre ottime opposizioni su Dalbert, su Sottil e su Ghezzal. Capitola sulla doppietta di Vlahovic senza esserne responsabile.

Cacciatore: 7. Predilige più la fase di copertura, ma nel secondo tempo esce allo scoperto e spinge. Male quando in una ripartenza viola perde la marcatura su Chiesa, che va vicino alla rete, ma considerata la partita glielo si perdona. Sfiora il gol arrivando leggermente in ritardo su un traversone di Pellegrini.

Pisacane: 7.5. Bravo ad intervenire in tuffo di testa per allontanare la minaccia. Corona la sua prestazione trovando il raddoppio con un perfetto colpo di testa.

Klavan: 7. Gioca (quasi) nell’ombra ma è sempre nel posto giusto al momento giusto. Leggermente in ritardo su Vlahovic in occasione della rete viola, ma per il resto è perfetto.

Pellegrini: 6.5. Da applausi il sombrero a liberarsi dell’avversario e un tunnel su Ghezzal. Ci prova col sinistro ma Dragowski para, mentre mette dentro un cross al bacio che Cacciatore manda di poco fuori. Abbassa la guardia nel finale, concedendo troppo campo ai giocatori della Fiorentina e perdendo palla: gran parte delle occasioni ospiti arrivano infatti dalla sinistra e la valutazione tiene conto di questo calo del difensore.

Nandez: 7. Quando decide che è arrivato il momento di lottare nessuno lo ferma, e le sue scivolate pulite sono perfette. Ammonito per un intervento su Sottil, ma occorre anche sottolineare i tanti falli subiti dall’uruguaiano (Dall’82’ Ragatzu: 6+. Entra col piglio giusto ed effettua ottime giocate).

Cigarini: 7. Non sbaglia un pallone a centrocampo e detta i ritmi della manovra. Prova nei minuti finali il tiro, che termina alto.

Rog: 8. Chiude a meraviglia un’azione superba timbrando il primo gol con la maglia rossoblù. Bravissimo anche in fase difensiva, nel conquistare tantissimi palloni e nel far sembrare banale qualsiasi giocata.

Nainggolan: 8.5. Ha sui piedi una grande occasione ma non riesce per l’intervento di Caceres ad arrivare a tu per tu con Dragowski. Prepara il gol del 3-0 scaldando le manone del portiere viola e servendo a Simeone un pallone al bacio. Da applausi per la capacità di non mollare e suonare la carica ai compagni: che bello il recupero da cui si genera il contropiede che conduce al 4-0! Ma soprattutto che bellezza il suo gol! Un destro sublime che termina all’incrocio, premiando il Ninja come migliore in campo (Dal 78’ Castro: 6. Prova a dialogare con Pedro e Cerri ma deve anche proteggere le minacce ospiti).

Joao Pedro: 7.5. Gioca soprattutto per i compagni, facendo sponde e arrivando per poco in ritardo su una respinta del portiere ospite. Si mette in mostra anche per il pressing verso i portatori di palla. Anche lui partecipa alla grande partita firmando la rete del 4-0 dopo l’assist di Nainggolan.

Simeone: 8. Per poco non trova la zampata vincente dopo un colpo di testa di Joao Pedro. Poi decide di fare tutto da solo, macina metri e impegna Dragowski con un tiro velonoso. Fa ammattire gli avversari con movimenti rapidi e imprevedibili, costringendoli talvolta al fallo duro, e corona la sua prestazione con il 3-0 colpendo di tacco in seguito a un assist perfetto di Nainggolan. Bloccato da Dragowski che si oppone a pochi minuti dalla sua uscita dal campo (Dal 74’ Cerri: 6. Cerca di tenere palla per far salire la squadra).

All. Maran: 8.5. Che bello il Cagliari di Maran! Schiera una squadra che conferma di essere in un grande momento di forma e annichilisce la Fiorentina. Dovrà rimproverare i suoi per il leggero calo nel finale, ma ciò che rimane è la prestazione sontuosa.