Cragno il migliore, Bradaric da incubo: le pagelle rossoblù

I nostri giudizi dopo la sconfitta del Cagliari al Dall'Ara

pubblicato il 10/03/2019 in Il Borsino Rossoblù da Luca Neri
Condividi su:
Luca Neri
foto: Paolo Mastrangelo

Cragno 7: due bei interventi nel primo tempo, quando si esibisce prima in una gran parata su Santander e poi in una coraggiosa uscita sempre sul Ropero. Nella ripresa si supera con un altro paio di salvataggi da gran numero uno. Incolpevole sui gol.

Srna 5: passo indietro rispetto alla sfida con l’Inter. Spinge poco e soffre tanto la rapidità di Dijks e Sansone, che dalle sue parti sfondano spesso e con facilità.

Ceppitelli 5,5: gli attaccanti felsinei non hanno vita facile per una grossa parte di gara. Macchia una buona prestazione con una sanguinosa palla persa a inizio primo tempo: poteva costargli carissimo, ci ha pensato Cragno.

Pisacane 5,5: più attento rispetto al suo compagno di reparto. Saltarlo non è mai un’impresa facile, e anche oggi conferma la teoria per larghi tratti. Nell’azione del 2-0 va un po’ molle sulla palla di Sansone e viene colpevolmente anticipato da Soriano.

Pellegrini 6: altra buona prova per il terzino ex Roma. Il Bologna passa altrove per la sua fase offensiva, e lui mette spesso in apprensione Mbaye con le sue sortite. Ultimo a mollare. 

Padoin 6: nei tre quarti d’ora in campo fa il suo con ordine, proponendosi anche in avanti con coraggio e sfornando qualche cross. Esce all’intervallo per consentire il cambio modulo. (Dal 45’ Despodov 5,5: entra per spaccare la gara ma non incide. Perde anche alcuni palloni, tra cui uno pericoloso da cui nasce una grossa palla gol per gli emiliani).

Bradaric 4,5: dovrebbe accendere la luce nella manovra del Cagliari, ma è il primo a spegnersi. Il rigore del Bologna, che costa la partita ai sardi, nasce da una sua clamorosa ingenuità. (Dal 72’ Thereau 5: entra quasi svogliato, ci mette poca cattiveria e non offre l’apporto sperato e cercato da Maran)

Ionita 5: oggi stecca proprio la partita. Fuori dal gioco, tocca pochissimi palloni, e non bene.

Barella 5,5: inizia alla grande, dando tanto brio alla squadra. Cala col passare dei minuti, sbaglia alcuni lanci non da lui e si prende anche un’ammonizione decisamente evitabile.

Joao Pedro 5,5: non è al top della condizione.  Si vede poco e non dialoga col compagno di reparto. Sfortunato sui due colpi di testa: in uno si infrange sulla traversa, nell’altro ci mette la manona Skorupski. (Dall 83’Birsa SV)

Pavoletti 5,5: lavora tanto, con alcune sponde interessanti. Nel complesso però riceve pochi palloni, e non ha modo di incidere. Isolato.

Maran 5,5: i suoi approcciano bene la gara, disputando un buon primo tempo. Nella ripresa la squadra si abbassa e perde meritatamente una gara che sarebbe potuta valere la salvezza.