La prima vittoria con Nenè e Rizzo e l’ultimo ko: i precedenti tra Bologna e Cagliari

I precedenti tra le due rossoblù in terra felsinea

pubblicato il 30/06/2020 in I Precedenti da Marco Zucca
Condividi su:
Marco Zucca
Foto: LaPresse

29^ giornata di Serie A, con il Cagliari ospite del Bologna. Sono 32 gli incontri disputati tra sardi e felsinei in terra bolognese: 16 vittorie dei padroni di casa, 8 vittorie cagliaritane e 8 pareggi. 42 i gol segnati dal Bologna, 27 dal Cagliari.

Era il ‘64/65, la prima stagione in A del Cagliari, quando i sardi fecero visita al Bologna. Fu trionfo rossoblù (quello sardo), con un largo 3-1 (doppietta di Nenè e Rizzo; per i padroni di casa Haller).

I padroni di casa si sarebbero riscattati l’anno successivo, vincendo 1-0 la partita inaugurale del campionato: di Haller la rete decisiva.

Due i pareggi negli anni che precedettero lo scudetto rossoblù. Il primo 1-1 (vantaggio di Riva e pari di Bulgarelli), l’altro 2-2 (doppietta di Muiesan; Brugnera e Riva su rigore), intervallati dalla vittoria bolognese, per 2-1, nel ‘67/68: Clerici (doppietta) e inutile rigore di Rizzo.

La stagione del tricolore sardo e quella successiva furono due scialbi 0-0. Poi, per quattro anni consecutivi, fu autentico dominio felsineo. Nel ‘72/73 la vittoria più larga: 4-2 (doppietta di Salvoldi, Vieri e Fedele per il Bologna; Riva e Maraschi per il Cagliari).

I sardi tornarono al successo in quel di Bologna nel marzo 1980: 0-1, in virtù del rigore siglato da Selvaggi. I bolognesi si riscattarono la stagione successiva, imponendosi per 2-1 (al vantaggio ospite di Marchetti risposero Garritano e Benedetti).

Dopo il pareggio, 1-1, nella prima partita del campionato ‘81/82 (Chiorri e Bellini), sarebbero passati 9 anni prima che le due compagini si affrontassero nuovamente in massima serie.

Nel frattempo tre furono le sfide in Serie B: in due occasioni i sardi fecero bottino pieno, vincendo nel 1984/85 e nell’85/86 col risultato di 1-0; sonora invece la sconfitta nell’86/87: 3-0.

Le squadre si fronteggiarono in A nuovamente nel ‘90/91: lo scoppiettante Cagliari di Ranieri del girone di ritorno violò il Dall’Ara col punteggio di 2-1, in occasione dell’ultima gara fuori casa. Doppietta di Fonseca e autorete di Firicano.

Il Bologna vinse ancora, stavolta con un indiscutibile 3-0, nel ‘96/97 (Scapolo, Fontolan e Andersson), mentre fu il Cagliari, due anni più tardi, a imporsi per 3-1: O’Neill, Macellari e Mboma firmarono il successo; gol della bandiera di Signori.

Il millennio si concluse con la vittoria bolognese, per 1-0 (Andersson). Col medesimo risultato il Bologna sconfisse il Cagliari nell’anno del ritorno in Serie A con il capitano Zola (rete di Bellucci).

Con Allegri in panchina arrivarono le ultime due vittorie esterne, entrambe per 1-0. Nel 2008/2009 grazie al gol di Acquafresca; nel 2009/2010 ci pensò invece Matri a regalare il successo agli isolani.

Dopo un pareggio, per 2-2, tre stagioni fa (vantaggio di Di Vaio su rigore, sorpasso con Cossu e Ragatzu e pari di Ramirez all’ultimo istante), sono arrivate nelle ultime due altrettante sconfitte.

Nell’aprile 2012 la rete di Diamanti permise al Bologna di conquistare i tre punti.

Nel 2012/2013 non ci fu storia. Il 3-0 firmato Taider, Diamanti (splendido calcio di punizione) e Pasquato rappresentò una battuta a vuoto, in una partita male interpretata e che suonò come sveglia, al fine di riprendere il cammino verso la salvezza.

Nel marzo 2014 ancora successo felsineo, grazie al rigore di Christodoulopoulos.

Nel 2016/2017 fu 2-1 (Verdi, Di Francesco e inutile grande punizione di Bruno Alves).

Due stagioni fa la gara terminò in parità: 1-1. Sbloccò il match Joao Pedro e Destro raggiunse il pareggio.

2-0, invece, lo scorso campionato, con i gol bolognesi di Pulgar (rigore) e Soriano.