Il pari promozione, la vittoria-salvezza e l’ultimo ko: i precedenti tra Udinese e Cagliari

I precedenti tra bianconeri e rossoblù in terra friulana

pubblicato il 20/12/2019 in I Precedenti da Marco Zucca
Condividi su:
Marco Zucca

Diciassettesima giornata di Serie A che vedrà il Cagliari ospite dell’Udinese. Sono 28 i precedenti tra le due squadre in terra friulana tra Serie A e B. 16 le vittorie dell’Udinese, 9 i pareggi e appena 3 quelle del Cagliari. 48 i gol segnati dai bianconeri, 25 dai rossoblù.

La prima gara tra le due compagini si disputò nella serie cadetta, nell’ottobre 1955. I padroni di casa, che si sarebbero aggiudicati il campionato, vinsero 1-0 grazie al gol di Bredesen.

Nel ’62/63, sempre in B, il primo successo rossoblù: 3-1 autogol di Gon e doppietta di Rizzo, per i bianconeri inutile vantaggio di Andersson.

Ma fu il pareggio dell’anno seguente ad avere un significato fondamentale: il Cagliari di Silvestri, grazie alla rete di Riva all’81’ (che pareggiò quella di Selmosson) e complice la sconfitta del Padova, conquistò la prima storica promozione in Serie A.

L’“esordio” in massima serie si giocò invece nel ’79/80: 1-1 (Casagrande, rigore di Del Neri); ancora pari, 2-2, l’anno successivo (vantaggio di Quagliozzi, rigore di Gerolin e Zanone, e pari nel finale di Selvaggi, sempre anch’egli su rigore). Dopo una vittoria bianconera (1-0, Gerolin) e l’ennesimo pareggio per 1-1 (rigore di Causio e Marchetti), si dovettero attendere dieci anni per un nuovo scontro tra sardi e friulani.

Nel ’92/93 furono i bianconeri a imporsi col punteggio di 2-1 (doppietta di Balbo, con un rigore, e inutile rete di Pusceddu). Pareggio la stagione seguente: 1-1 (gol dell’ex Branca e Dely Valdes). Dopodiché l’Udinese inanellò un filotto di sette vittorie consecutive. Su tutte spiccano il 5-2 del disastroso campionato ’99/2000 (Margiotta e Jorgensen, Oliveira e Macellari, poi doppietta di Fiore e l’ex Muzzi), il 2-0 del ritorno in A con Zola capitano (Di Natale e autorete di Pisano), e il 3-1 del dicembre 2006 (Pinzi, Iaquinta, Obodo; gol della bandiera di Cocco).

La straordinaria cavalcata che condusse ad un’insperata salvezza nella stagione 2007/2008 ebbe il suo epilogo proprio a Udine, dove la formazione di Ballardini si impose 0-2 (Acquafresca e Cossu), conquistando la certezza della permanenza in massima serie e stroncando definitivamente il sogno Champions dei friulani.

Un 6-2 senza se e senza ma concluse il campionato 2008/2009 (Asamoah, Pepe, Floro Flores, Pasquale, Quagliarella, Ighalo; Acquafresca, Parola), con un Cagliari che oramai non aveva più nulla da chiedere. Ancora successo bianconero l’anno successivo, per 2-1 (vantaggio di Jeda, poi Sanchez e Di Natale).

Il Cagliari riuscì a imporre nuovamente il pari per due stagioni di fila, prima col punteggio di 1-1 (grandissimo gol di Conti con un tiro al volo e Floro Flores), poi chiudendo la saracinesca e terminando la gara a reti bianche.

Inequivocabile il 4-1 del 2012/2013 (Pereyra, Angella, Danilo, Pasquale; Dessena), mentre il campionato seguente fu ancora vittoria friulana, ma con meno scarto: 2-0 (Danilo e Di Natale).

Pareggio nel 2014/2015: 2-2 (Joao Pedro, Allan, Thereau e rigore al 90’ di Avelar).

Nell’aprile 2017 successo dei bianconeri: sbloccò il match Perica, raddoppiò Angella, e a nulla servì la rete di Borriello.

Due campionati fa, invece, i rossoblù ritrovarono i 3 punti in quel di Udine, grazie alla rete di Joao Pedro, mentre la scorsa stagione caddero sotto i colpi di Pussetto e Behrami.