La prima in B, le vittorie targate Jeda-Dessena e Acquafresca e l’ultimo ko: i precedenti tra Parma e Cagliari

I precedenti tra gialloblù e rossoblù in terra emiliana

pubblicato il 13/09/2019 in I Precedenti da Marco Zucca
Condividi su:
Marco Zucca

Terza giornata di Serie A: il Cagliari fa visita al Parma. Sono 32 i precedenti in terra emiliana tra le due squadre, fra Serie A e B. I sardi hanno ottenuto 4 sole vittorie, a fronte delle 17 parmensi. I pareggi sono stati 11. 24 i gol segnati dai cagliaritani, che ne hanno incassati 54.

Era la lontana stagione di B 1931/32, e il Cagliari, al primo incontro col Parma, vinceva 1-0 grazie alla rete di D’Alberto.

Oltre 20 anni più tardi, nel 1954/55, nuova imposizione per 2-1 (doppietta di Mezzalira, Korostolev). Il campionato successivo gli emiliani avrebbero vinto 1-0, non lasciando scampo ai sardi anche nel giugno 1957 con un sonoro 4-0.

Il primo pari giunse nel 1957/58, succeduto da un’altra rotonda sconfitta rossoblù: 5-1 in favore del Parma.

Due pareggi a reti inviolate e un 1-1 chiusero gli anni ’80, con i rossoblù che fronteggiarono per la prima volta in Serie A i gialloblù nel 1990/91. Il Cagliari, guidato da Ranieri, venne sconfitto 2-0, grazie alle reti di Osio e Grun.

Nel dicembre 1990 il vantaggio di Pepe Herrera venne annullato dal gol di Agostini. Con due 3-1 consecutivi (stagioni ‘92/93 e ‘93/94) i ducali liquidarono i rossoblù.

La sconfitta più larga in massima serie risale al 1995/1996: 4-0 in favore degli emiliani (gol di Mussi, doppietta di Di Chiara e autogol di Firicano). Combattuta invece la sfida nel campionato successivo: 3-2 per i padroni di casa (Thuram, doppietta di Crespo; inutile doppietta di Tovalieri).

Nell’aprile 1999 Muzzi pareggiò la rete iniziale di Stanic. 3-1 per i ducali, invece, nel 1999/2000: vantaggio di Mboma, poi Crespo e doppietta di Di Vaio.

3-2 nell’anno del ritorno in A con Gianfranco Zola (autorete di Bonera, Gilardino, Bovo, Suazo e gol decisivo a tempo ormai scaduto di Simplicio).

Nel 2005/2006 l’autogol di Bega regalò i tre punti ai padroni di casa, che fecero loro la posta in palio anche nel campionato seguente.

Nel 2007/2008 Corradi rispose a Matri, e per poco Larrivey non riuscì a timbrare per la prima volta il cartellino, colpendo il palo e dovendo attendere l’ultima giornata per siglare l’unica segnatura del campionato.

I successi rossoblù in A risalgono a poco meno di 10 anni fa: il primo nel 2009/2010, grazie alle reti di Jeda e Dessena (era lo scintillante Cagliari di Allegri); l’altro la stagione successiva con Donadoni in panchina (1-2: doppietta di Acquafresca e inutile segnatura di Giovinco).

Il 4 aprile 2012 sonoro 3-0 firmato Galloppa, Floccari e Okaka (le ultime due reti su rigore), mentre nel mese di novembre dello stesso anno 4-1 (vantaggio illusorio di Sau, poi il pareggio di Belfodil e il sorpasso con Biabiany, Valdes su rigore e ancora Belfodil).

Negli ultimi tre incontri sono giunti due pareggi, entrambi a reti bianche, e una vittoria parmense: 2-0 la scorsa stagione, grazie al gol di Inglese e alla grande azione di Gervinho culminata in rete.