Costruita per vincere: ecco l'Inter di Conte

Conosciamo meglio i prossimi avversari del Cagliari

pubblicato il 31/08/2019 in Gli Avversari da Luca Neri
Condividi su:
Luca Neri
2019

Seconda giornata ed è subito tempo di big match. Alla Sardegna Arena arriva l'Inter, reduce dal roboante successo di San Siro che ha spaventato tutta la Serie A. I nerazzurri hanno iniziato l'estate col chiaro obiettivo di ridurre il gap con la Juventus, e la società ha speso tanto in questa direzione, sin dalla panchina. La firma di Antonio Conte, top assoluto tra gli allenatori europei, è stato un primo messaggio forte, a cui sono succeduti gli acquisti di Barella, Sensi, Lazaro, Lukaku, Sanchez, Biraghi e quello già completato in inverno di Godin.

Ci sarà grande attesa per il ritorno a casa di Nicolò Barella, dopo che il suo addio aveva scatenato numerose polemiche tra la tifoseria rossoblù. Tuttavia non è detto che l'ex numero 18 rossoblù scenda in campo dal primo minuto: Conte ha tanta abbondanza, e anche nel match di esordio contro il Lecce gli ha preferito Sensi e Vecino, inserendo Barella solo nel secondo tempo. È il chiaro segno di una rosa molto ampia e di qualità elevatissima, con un mercato che potrebbe non essere ancora finito.

Sicuramente ai piani alti vorrebbero non fosse finito quello in uscita, con la grana Icardi ancora in attesa di risoluzione: proprio ieri il centravanti argentino ha fatto causa al club, chiedendo il reintegro immediato in rosa ed un risarcimento da un milione e mezzo. Non un bellissimo modo per fare pace.

Per ora nessuno lo rimpiange, anche per via del l'exploit di Romelu Lukaku, fiore all'occhiello della campagna acquisti coi suoi 65 milioni più 10 di bonus, che ha impressionato nel primo turno con la sua forza fisica devastante. La sensazione è che con Sanchez, pupillo del tecnico Conte, l'Inter abbia trovato la spalla ideale per il fuoriclasse belga.

ioLa squadra si schiererà col consueto 3-5-2, con una fase offensiva che tende a svilupparsi sulle fasce per premiare gli inserimenti centrali. Ancora out per infortunio Godin e De Vrij.

Probabile formazione (3-5-2): Handanovic; D'Ambrosio, Ranocchia, Skriniar; Candreva, Barella, Brozovic, Sensi, Asamoah; Lukaku, Lautaro Martinez.