Semplici: "Cagliari signora squadra"

"Servirà una grande partita"

pubblicato il 06/04/2019 in Gli Avversari da La Redazione
Condividi su:
La Redazione

Il tecnico della Spal, Leonardo Semplici, ha parlato nella consueta conferenza stampa pre gara presentando il match che vedrà i biancoazzurri di scena alla Sardegna Arena contro il Cagliari.

Ecco le sue parole:

“Come sta la squadra? I ragazzi sono un po’ stanchi ma è normale, quando giochi tre partite ravvicinate spendi tanto: abbiamo speso tanto sotto l’aspetto fisico e sotto l’aspetto mentale. Domani bisognerà fare delle scelte piuttosto attente, cercherò di mettere in campo una squadra che possa fare sotto l’aspetto fisico una prestazione importante. Affronteremo una squadra che secondo me è ottima, specialmente in casa, dove ha perso con la Juventus ma riesce sempre a tirar fuori delle grandi partite. Se vogliamo tirar fuori un risultato positivo dovremmo essere nella migliore condizione per affrontarli come facciamo di solito.

Domani ci sarà qualche variante in più, molti hanno speso veramente tanto e stiamo valutando con lo staff alcune scelte per cercare di presentare una squadra che possa fare una bella prestazione.

I giocatori più stanchi? Bisognerebbe che li cambiassi tutti e undici ma non è possibile, quindi dovrò valutare alcune situazioni singole per cercare di mettere in campo una squadra equilibrata, di corsa e personalità, per fare una bella gara.

Lazzari? Lo sostituirà Dickmann.

La partita di martedì? Mi ha lasciato la consapevolezza che la squadra ha trovato continuità, mi auguro abbia trovato quella convinzione che in queste otto partite finali ci possa far fare il salto. Abbiamo trovato un’identità di gioco nelle due fasi abbastanza positiva, non dobbiamo rilassarci ma continuare a lavorare perché non abbiamo ancora fatto niente. Questo tipo di risultati ci devono dare forza e convinzione. Anzi, ho cercato di limitare l’entusiasmo che c’è dopo tre vittorie di fila altrimenti se non siamo al top rischiamo di uscire in malo modo dallo stadio della squadra che affronteremo. Questo non deve accadere perché noi non possiamo mollare niente mentalmente.

Turnover Petagna? Sì, anche l’altro giorno, valutiamo questa situazione. Ha sempre giocato, con tre partite ravvicinate in cui ci saranno da fare le due fasi bene c’è bisogno di gente fresca.

Paloschi? Alberto sta bene, domenica è entrato molto bene quindi sia Paloschi, Antenucci e lo stesso Floccari possono essere della gara.

La scelta di Dickmann da cosa dipende? Secondo me il ragazzo è cresciuto molto, ci da garanzie più importanti rispetto a qualche tempo fa. Poi mi sembra giusto dargli una possibilità in una partita come questa perché noi abbiamo fiducia nel ragazzo e sono convinto che farà una bella gara.

Maran? Col Chievo ci facemmo gol da noi, poi il secondo tempo non fu positivo. Indipendentemente da questo, penso che sia un bravo allenatore, allena positivamente le sue squadre, sia col Chievo che col Cagliari ha fatto un buon lavoro. Bisognerà stare attenti alle loro qualità, del mister e della squadra, che sicuramente in casa riescono a fare delle prestazioni importanti.

La quota salvezza? Penso sia di 37, 38 punti.

Floccari? E’ un professionista esemplare, altrimenti non potrebbe essere chiamato in causa e fare quelle prestazioni. In questi due anni ha portato al gruppo professionalità, personalità, modo di allenarsi. E’ un giocatore importantissimo anche all’interno del gruppo, d’aiuto per i più giovani, sono contento di lui. E’ un giocatore di grande qualità e grande esperienza che può darci una mano come mercoledì.

Il nuovo ruolo di Missiroli? Sicuramente è stata un’idea importante, il ragazzo ha dato disponibilità per disputare le gare in quel ruolo e ne abbiamo avuto dei benefici a livello suo personale ma anche a livello collettivo. Abbiamo anche altri giocatori che hanno fatto bene al suo posto, sotto questo aspetto sono abbastanza sereno. E’ una valutazione che abbiamo fatto in alcuni momenti ed è andata bene.

Il reparto difensivo? Abbiamo migliorato sotto quest'aspetto ma non solo la linea difensiva, tutta la squadra. Riusciamo a difendere in maniera migliore, più attenti, abbiamo limitato qualche errore singolo. Andiamoci piano, è giusto avere un certo tipo di entusiasmo ma noi dobbiamo rimanere con i piedi per terra perché qui si fa alla svelta a esaltarsi o deprimersi. Vado di partita in partita, bisogna ricaricarsi e affrontare il Cagliari con grande rispetto perché è una signora squadra e bisognerà fare una grande partita per portare a casa il risultato.

Ragazzi? Non ne porto, andiamo noi col solito gruppo”.