Un mercato stellare e le certezze di Ringhio: ecco il Milan di Gattuso

Conosciamo meglio i prossimi avversari del Cagliari

pubblicato il 09/02/2019 in Gli Avversari da Luca Neri
Condividi su:
Luca Neri

Ventitreesima di campionato. Il Cagliari affronta il Milan di Gattuso che, dopo un inizio stentato, sta lentamente risollevando la china, arrivando ad esprimere un ottimo calcio nelle ultime uscite. Merito del tecnico, che ha sempre protetto i suoi uomini anche nelle difficoltà, e merito anche della dirigenza.

Perso Higuain, emigrato per sua scelta a Londra per riabbracciare il suo padre calcistico Sarri, la dirigenza rossonera è corsa subito ai ripari, sostituendolo con Krzysztof Piatek. Letale cecchino d’area di rigore, il polacco ha sposato la causa milanista dopo la fragorosa esplosione con la maglia del Genoa: l’impatto con la maglia dei diavoli è stato devastante, siglando tre gol in tre apparizioni.

Un eccellente inizio anche per Paqueta, talento brasiliano classe 1997 arrivato in Gennaio dal Flamengo: l’impressione è che, dopo diversi flop a tinte verdeoro, un’italiana sia tornata a pescare il jolly in Brasile. Gattuso lo sta impiegando da mezzala, una posizione che sembra parecchio congeniale ma che necessita di una adeguata “protezione”. In questo senso è fondamentale la presenza di Bakayoko, inizialmente oggetto misterioso diventato improvvisamente pilastro fondamentale nello scacchiere di Ringhio.

Da questi tre uomini, e dall’auspicato ritorno ad alti livelli di Suso e Calhanoglu, passano gran parte delle ambizioni del Milan di puntare all’accesso in Champions: con una vittoria domani il club meneghino si porterebbe al quarto posto, andando a superare Roma e Lazio (che al momento lo precedono per via della partita in più giocata tra ieri e avantieri) e risollevando nettamente l’asticella degli obiettivi stagionali.

Probabile formazione (4-3-3): Donnarumma; Calabria, Musacchio, Romagnoli, Rodriguez; Kessie, Bakayoko, Paqueta; Suso, Piatek, Calhanoglu.