Spalletti: "Il Cagliari è squadra che gioca a pallone, gli auguro il meglio per le prossime gare"

"Cagliari squadra simpatica, Carli un amico"

pubblicato il 18/04/2018 in Gli Avversari da La Redazione
Condividi su:
La Redazione
foto: SuperNews

Meriti dell'Inter o il Cagliari "scansato"? Ecco il pensiero di Luciano Spalletti nella conferenza post partita di ieri sera.

Ecco le sue parole in tal senso:

“Ragazzi se però contro l’Atalanta il secondo tempo si è fatto meglio perché loro sono calati, stasera non erano credibili questi, cioè poi piano piano si scopre che si può dar un verso come ci pare e che siamo un po’ giocar contro e non funziona così.

Cioè: l’altra sera a Bergamo loro bravi nel primo tempo, noi usciti nel secondo tempo, costretti loro ad andare più piano. Stasera non s’è fatto mettere mano alla partita perché siamo entrati determinati.

Se avessero preso un po’ di confidenza, non avessimo fatto quell’inizio lì, quell’impatto di partita lì, avevano nella formazione giocatori che, come s’è detto, lasciati giocare e preso un po’ palla a giocare sui piedi e venire a giocare nella nostra metà campo, avevan giocatori di qualità e imprevedibilità importante.

Poi il Cagliari è una squadra che gioca a pallone, s’è visto anche la partita di andata, s’è visto l’ultima partita se l’andate a vedere. Io do anche qualche merito alla mia squadra e allo stesso tempo gli auguro di fare bene le prossime partite perché sono una squadra che mi sta simpatica poi perché c’è andato a lavorare un amico di carriera che è Marcello Carli, al quale auguro tutto il meglio”.