Partecipa a Blog Cagliari Calcio 1920

Sei già registrato?

Accedi con e-mail e password

Verso l'Empoli, Mazzarri: "Gara difficile quanto l'Atalanta"

"Felice della crescita dei giovani"

Condividi su:

Il mister del Cagliari Walter Mazzarri ha parlato questa mattina in conferenza stampa alla vigilia della sfida contro l'Empoli, gara che si preannuncia complicata ma che sarà fondamentale per il cammino dei sardi in campionato.

Ceter e Nandez hanno lavorato in personalizzato, non hanno la certezza di esserci.

Ecco le dichiarazioni del tecnico rossoblu:

"Joao e Pereiro in coppia? Abbiamo diversi attaccanti che in base al nostro gioco sono tutti importanti. Con 5 cambi è fondamentale averne diversi. Loro due possono tranquillamente coesistere, ma anche a partita in corso possono vedersi tre attaccanti. Tutto dipende da come aiutano la squadra e dai risultati, oltre che dagli equilibri di spinta, che sono al primo posto.

Cena di gruppo? Doveva essere fatta a fine marcato ma per il covid fu rimandata. L'abbiamo fatta qualche giorno fa, certe cose servono per rafforzare i legami tra i ragazzi e la società, ogni tanto ci vuole un pizzico di leggerezza nei momenti difficili.

Empoli? È la squadra rivelazione, noi l'abbiamo patita tantissimo. I ragazzi in quel momento non erano ancora coscienti del valore dell'Empoli. Per questo ho allarmato tutti, non bisogna pensare che sarà una gara più facile dall'Atalanta, anzi può essere la peggiore partita che può capitarci. Giocano un bel calcio, non ti fanno giocare, sono forti, non hanno neanche problemi di classifica, dobbiamo essere bravi a non pensare che dopo l'Atalanta sia tutto in discesa, perché ora viene il difficile.

Abbiamo preso la strada giusta, se si guarda il girone di ritorno abbiamo perso solo contro la Roma. Poi bisogna guardare anche le prestazioni e lo spirito di squadra, da questo punto di vista abbiamo svoltato, ora ogni partita è una finale.

Dalbert? Sa giocare da esterno ma può fare benissimo anche da interno, viene dentro il campo ed è arrivato diverse volte in zona gol, ha dimostrato di essere importante anche per fare assist. Sta bene fisicamente, sta tornando sui suoi  livelli.

Keita? È tornato carico, devo capire come sta, dal punto di vista psicologico è al meglio. 

Obert? Sta facendo bene, è una risorsa importante, una scommessa vinta.

Lovato? È troppo al centro dell'attenzione, ma meglio non parlarne più, è giovane e deve continuare così.

Baselli? Ora sta meglio con una settimana di lavoro, in questo momento però non ha i 90' nelle gambe, meglio impiegarlo a gara in corso. Tecnicamente è molto valido,  ci sarà d'aiuto da qui alla fine.

Bellanova? Ha delle doti eccelse, è cresciuto tanto, ora non deve pensare di essere arrivato, deve essere lasciato sereno, può migliorare tanto. Deve restare umile ma cosciente delle proprie qualità.

Contro l'Atalanta non mi sono piaciuti i primi 20' contro l'Empoli dovremo scendere in campo aggressivi già dal 1' per metterli in difficoltà.

Linea verde? Sono contento e soddisfatto di far migliorare i giovani, per ora questi ragazzi stanno dimostrando anche maturità al di là dell'età". 

Condividi su:

Seguici su Facebook