Verso il Sassuolo, Di Francesco: “Gara che pesa, conta solo il risultato”

“Dobbiamo invertire il trend”

pubblicato il 30/01/2021 in Conferenze Stampa da Alexandra Atzori
Condividi su:
Alexandra Atzori
foto: cagliari calcio

Vigilia di Cagliari-Sassuolo, prima giornata del girone di ritorno. I rossoblu a secco di punti da 6 partite e senza vincere da 12 affrontano la squadra di De Zerbi: una partita fondamentale per il campionato dei sardi, che devono tirarsi fuori dalle zone basse della classifica.

Il tecnico degli isolani Eusebio Di Francesco parlerà alle 13:00 - in videoconferenza dalla sala stampa di Asseminello - in occasione della conferenza in vista del match di domenica. Per il nostro giornale sarà collegata Alexandra Atzori.

Amici di Blog Cagliari Calcio 1920 buongiono, siamo in attesa di mister Di Francesco per la conferenza stampa di presentazione della gara contro il Sassuolo, in programma domani alla Sardegna Arena, ore 15:00.

Tra dubbi di formazione, un mercato ancora in evoluzione e un match fondamentale per il campionato: questi i temi più caldi che verranno affrontati nella conferenza di oggi.

Ecco il mister, ecco le sue dichiarazioni:

"Considerata l'assenza di Nandez può darsi che Radja gioci a centrocampo come domenica scorsa, ma ci sono varie soluzioni. Quello che mi interessa è il risultato, abbiamo anche qualche giocatore che ha dei problemi, vedremo.

È venuto il presidente ieri, è sempre stato presente, ci confrontiamo ogni giorno come io mi confronto ogni giorno con la squadra. La società è sempre stata presente nei confronti miei e dello staff, che della squadra.

La mia esperienza a Sassuolo è stata molto formativa, ma nella vita e nel calcio tutto lo è. A Sassuolo conoscevamo poco la mentalità ma poco a poco la società e la squadra sono cresciuti e ora sono un modello. Ci sono delle similitudini con il periodo difficile che ho passato lì ma rispetto a quella società, questa società è più pronta.

Ho rinnovato prima di Genova e questo non può che rendermi orgoglioso, speriamo che questa situazione sia portatrice anche di risultati, è stato un grosso attestato di stima. Quello che si pensa all'esterno non mi interessa.

È giusto guardare la classifica da lunedì, non oggi. Noi abbiamo sempre avuto pressioni e il fatto di aver avuto un'ulteriore attestato di stima da parte della società mi motiva ancora di più.

Non facciamo gol da molti minuti però dobbiamo anche considerare le occasioni avute. Ci mancano concretezza e cattiveria, dobbiamo capire che quello che creiamo dobbiamo concretizzarlo. Anche il fatto di essere stati tanti minuti nella loro area e non aver segnato neanche un gol è una nostra pecca, e questo è successo anche con Fiorentina e Milan. Quello che posso fare è dare fiducia ai miei ragazzi, per quanto riguarda Simeone è anche vero che fa un grande lavoro.

La gara di domani pesa tanto perchè è importante, c'è voglia di cambiare trend, mi dispiace dover dire tutte le settimane la stessa cosa. È anche vero che mettere molto l'accento sull'importanza di questa gara potrebbe essere un peso ulteriore. Ma non nascondiamo che sia importante.

È risaputo che stiamo ancora cercando di lavorare per portare qualcuno, ma io ho grande fiducia nei ragazzi che sono al centro di voci di mercato e nella loro professionalità. Ma per domani abbiamo qualche assenza e non posso tenere conto di tutta la rosa a disposizione.

Mancano Ounas, Klavan, Luvumbo (che farà anche qualche apparizione con la Primavera), oggi si allenerà con noi per la prima volta Deiola. Poi devo valutare qualche situazione per domani".