Italiano: "Cercheremo di mettere in difficoltà il Cagliari"

"Hanno elementi di altissimo livello"

pubblicato il 28/11/2020 in Conferenze Stampa da La Redazione
Condividi su:
La Redazione

Alla vigilia di Cagliari-Spezia, in programma domani alle 18 alla Sardegna Arena, il tecnico dei liguri Vincenzo Italiano ha parlato in conferenza stampa sulla sfida di campionato contro i rossoblu di Di Francesco.

Ecco le sue dichiarazioni, così come riportato da TMW:

"Perdiamo per acciacchi vari Mora e Mattiello. Domani non saranno con noi. Perdiamo anche Pobega ma è una questione di risentimento muscolare e reperibile in pochi giorni. Per il resto ci siamo tutti. Abili e arruolabili ne abbiamo tanti. Quindi pronti ad affrontare un'altra partita e un altro esame.

Come dico sempre, sono test da affrontare con la massima concentrazione come se fossero tutte ultime gare da disputare perchè non possiamo fare altrimenti.

Quando vai ad affrontare Joao Pedro, Pavoletti, Ounas, Rog, Klavan e via discorrendo, con un'organizzazione che hanno perchè l'allenatore è uno dei più bravi, non possiamo abbassare la guardia e dobbiamo essere concentrati al massimo".

Cagliari? Si ricollega alla qualità dei giocatori che ho nominato. Ce ne sono tanti altri in quella rosa che sono di altissimo livello. All'organizzazione che hanno e a come si esprimono. Hanno tantissimi punti forti.

Bisogna stare attenti soprattutto su quelli su cui loro cercano di puntare. In quelle situazioni dobbiamo stare attenti sfruttando anche qualche loro disattenzione. Speriamo di creargliene tante e cercare di essere incisivi come abbiamo fatto mercoledì e in precedenza.

E' una partita che abbiamo preparato in due allenamenti, di cui uno oggi che è la rifinitura. Da questo punto di vista dobbiamo essere maturi, svegli e abili anche in pochi giorni a sapere cosa fare per domani.

Turnover? Sì perchè in tanti hanno fatto minutaggio ben oltre quello che ci aspettavamo ed è normale che qualcuno debba smaltire ancora la fatica. Siamo in tanti però. Abbiamo a disposizione tante frecce, abbiamo fatto ampie rotazioni quindi per domani ci sarà spazio per qualcuno che ha riposato.

Adesso sono felice di aver visto prestazioni importanti di chi ha giocato meno. Sono valutazioni che spettano a me e allo staff e cercheremo di sbagliare sempre il meno possibile.

Vedere però tutti i ragazzi partecipi che danno l'anima e che cercano di fare quello che si prova in settimana è per noi una grande soddisfazione.

Calo di concentrazione? No. Su questo ogni tanto apro delle piccole parentesi perchè è giusto farlo ma sono convinto che se si è intelligenti e si capisce in che ambito siamo non possiamo permetterci di avere cali di concentrazione.

Non dobbiamo perdere l'umiltà perchè appena la perdi sono sicuro che inizieremo ad avere momenti di difficoltà. Sono convinto che se dovessero arrivare situazioni negative non è per questo motivo perchè ci sarebbe da arrabbiarsi e non poco".