Maran: "Contro la Spal per vincere"

"Ci sarà da soffrire"

pubblicato il 19/10/2019 in Conferenze Stampa da Alexandra Atzori (inviata)
Condividi su:
Alexandra Atzori (inviata)
foto: sport.sky.it

Manca poco a Cagliari-Spal, match che andrà in scena alla Sardegna Arena domani alle 15.00. Entrambe le compagini hanno l'estremo bisogno di fare punti: gli isolani per restare sulla scia delle squadre che lottano per i primi sette posti, mentre la Spal si affaccia pericolosamente in zona retrocessione, per cui una vittoria significherebbe una ventata d'aria fresca per Semplici & Co.

Il tecnico dei rossoblu Rolando Maran, dopo la rifinitura della squadra, si appresta a incontrare i media alle 13.00 nella sala stampa di Asseminello. Sarà presente per il nostro giornale l'inviata Alexandra Atzori.

Amici sportivi, buongiorno. Tra pochi minuti comincerà la conferenza stampa di Mister Maran.

Al primo punto della chiacchierata con il tecnico rossoblù ci sarà quasi certamente la situazione infermeria e i Nazionali, Nandez, ad esempio, è rientrato alla base soltranto ieri.

Ecco il Mister, si parte, ecco le sue dichiarazoni:

"È bello che gli altri abbiamo aspettative su di noi, vuol dire che stiamo trasmettendo cose positive. La serie A è complicata e ci sono gare come queste in cui bisognerà alzare i ritmi senza andare fuori giri, ci vorrà il giusto equilibrio tra ragione e cuore.

Sei assenti: oltre i soliti anche cacciatore, Mattiello, deiola e Lykogiannis. Poi abbiamo anche le situazioni dei nazionali, devo capire chi è nelle condizioni giuste per scendere in campo.

Joao non aveva problemi muscolari, doveva sbloccare delle cose alla schiena ma appena ha risolto si è allenato tranquillamente.

Dopo le prime due gare in cui abbiamo giocato male nella prima ma bene nella seconda, solo che davanti c'era l'Inrer, abbiamo fatto un certo tipo di partite. Poi ovviamente dipende dalle caratteristiche delle squadre avversarie... L'anno scorso abbiamo fatto il nostro cammino soprattutto in casa e sappiamo che dobbiamo essere bravi a mettere in campo la pressione e il dinamismo giusti per fare la partita e la prestazione. Poi il risultato è la diretta conseguenza. Noi ci proviamo e abbiamo voglia di portare a casa questi tre punti. Abbiamo la consapevolezza che ci sarà da soffrire, ma sappiamo che tutto passa dalla nostra prestazione.

Stiamo lavorando per migliorare, quando ci disponiamo in un certo modo in campo è perché reputo che in un certo momento serva un determinato gioco e quindi cambio disposizione in campo.

Cerri sta lavorando bene, è ovvio che non possa avere buonumore adesso, ma è un momento particolare, sta lavorando con tanto impegno e lucidità per cercare di sbloccarsi.

Castro? Può fare più ruoli e questa sua caratteristica puó essere sfruttabile e sta pian piano recuperando. È un giocatore importante.

Tutti si stanno allenando bene e so che tutti possono scendere in campo, ed è una soddisfazione avere tra così tanti giocatori tra cui scegliere.

Il fatto di avere tutti giocatori 'bassini' in difesa è un aspetto da tenere in conto, perchè con la Spal serve fisicità.

Nainggolan ci ha dato una grande mano contro la Roma, si è messo a proteggere la difesa e poi si è anche spinto in avanti. È ovvio che conoscendolo ci aspettiamo tutti di più da lui. Faragò sembra non abbia mai smesso, sono molto sorpreso ed è pronto per giocare.

Domani è un esame di maturità? Questa è una cosa che diremo spesso in futuro ma noi dobbiamo solo pensare a giocare e fare bene e solo così possiamo fare risultato. Cercheremo sempre la vittoria e sappiamo che possiamo sempre fare meglio".