Cagliari, è fatta per Husbauer: rebus in difesa. In porta c’è Anania, in attacco uno è di troppo

Il punto sul mercato rossoblù

pubblicato il 26/07/2014 in Calciomercato da Davide Zedda
Condividi su:
Davide Zedda

Astori è un giocatore in prestito alla Roma. Il mercato del Cagliari deve necessariamente ripartire dalla difesa. C’è Rossettini, anche lui tra i migliori centrali italiani, forse, anzi senza forse, decisamente sottovalutato da critica e tifosi. Zeman non ha ancora lavorato alla tattica, se non in piccole dosi, e quindi, in queso modo, dà tempo alla società di potersi muovere sul mercato al meglio, anche se lui, lo sappiamo tutti, avrebbe gradito la rosa completa al 10 di luglio. Non è stato così, il mister va avanti, fa di necessità virtù. Il reparto difensivo quindi. Del Fabro è destinato ad andare a fare esperienza e trovare continuità in serie B. Due sono quindi i difensori centrali che il club rossoblù deve portare alla corte del boemo. Rossettini e Benedetti non bastano. Camporese si dice sia cosa fatta, il sogno è Romagnoli, si lavora per Capuano, colpo di mercato più complicato, ma giocatore di assoluto interesse del tecnico, per lui, una garanzia. Poi nella lista in mano al ds Marroccu c’è il nome di Ceppitelli, valida alternativa a Capuano o prima scelta a seconda di come girerà il calciomercato targato Giulini-Zeman- Marroccu. Infine nella lista c'è anche Ceccherini. In mezzo al campo è fatta per il talentuoso Josef Husbauer, classe 1990 e ottimo piede anche dalla distanza. Il Cagliari l’ha opzionato, ora deve semplicemente metterlo a disposizione del mister che ben conosce il giocatore. Resta calda la pista che porta a Farias. La percezione è quella che il giocatore arriverà al Cagliari – lo chiede Zeman - anche se la trattativa ha subito un notevole rallentamento per via del fatto che il Chievo chiedeva e chiede quale contropartita tecnica Daniele Dessena, dichiarato però incedibile dalla società. Per il ruolo di terzo portiere si punta nuovamente su Anania, anche lui gradito e conosciuto da mister Zeman: questa volta dovrebbe trovare l’accordo con il club e arrivare anche lui in rossoblù per giocarsi una maglia da titolare con i "baby" Colombi e Cragno, magari pensando ad un futuro - questa è la voce che circola - da preparatore dei portieri. Infine ci sono Pinilla e Ibarbo. Il loro futuro in rossoblù, nonostante proclami e parole, è ben lontano da essere al 100% in quel di Cagliari, specie per il cileno. I due si uniranno al resto del gruppo direttamente ad Assemini. Giorni decisivi, la rosa va completata al più presto.