Calciomercato - Atalanta (e non solo) in pressing su Farias: intanto Kownacki, Ali Kadhim e Sau...

Il Cagliari lavora al nodo attacco

pubblicato il 28/01/2019 in Calciomercato da Davide Zedda/Fabio Loi
Condividi su:
Davide Zedda/Fabio Loi

Giampiero Gasperini (come raccontatovi) vuole Diego Farias. Il tecnico dell’Atalanta nutre grande stima nei confronti del l’attaccante brasiliano che fino all’ultimo resta in bilico tra il Cagliari e la cessione.

Il Mago desidera cambiare aria, Maran lo ritiene importante, il Presidente Giulini (già da tempo) ha fissato il prezzo: 6 milioni, per una cifra inferiore non ci si siede neppure a trattare. Va da sé che non sarà facile trovare acquirenti per il 17 rossoblu in questi ultimi giorni di mercato. Ad ogni modo si dialoga non solo con l’Atalanta ma anche con il Sassuolo (che potrebbe giocarsi la carta Falcinelli) ed il Bologna.

Chi eventualmente al posto di Farias?

Il Cagliari continua il suo pressing per l'attaccante polacco della Sampdoria, David Kownacki.

Il sodalizio isolano ha intensificato nelle ultime ore i contatti con la dirigenza doriana.

Nello specifico l'offerta rossoblu è un prestito oneroso a 2 milioni con diritto di riscatto fissato a 12 e controriscatto in favore della Samp a 15.

Su Kownacki permane l'interesse dell'Empoli in Serie A (che però lo vuole in prestito secco) e del Fortuna Dusseldorf in Bundesliga.

Il club rossoblu guarda anche in Asia. Chiesto ufficialmente (in data 17 gennaio 2019) l'attaccante (punta centrale) classe 2000 Mohanad Ali Kadhim Al-Shammari.

Il calciatore (di proprietà dell'Al-Shorta SC) sta disputndo la Coppa D'Asia (4 presenze e due gol per lui) e attirando l'interesse di diversi club.

Tra questi, Napoli e Juventus in Italia, L'FC Midtjylland (Danimarca), il KRC Genk (Belgio), l'SK Slavia Praha (Repubblica Ceca).

Da Via Mameli è stata recapitata un'offerta (si attende una risposta, ma strada in salita) pari ad un milione di euro per portare a titolo definitivo il calciatore in Sardegna. 500 mila euro alla firma, ed altri 500 mila sottoforma di bonus (presenze e gol) comprensivi di 100 mila euro da versare all'Al-Shorta SC in caso di futura vendita.

E poi c’è Sau. Pattolino resta nel mirino del Brescia di Cellino. Al momento l’offerta di un milione da parte del club Lombardo non convince poiché ritenuta inadeguata.

Questione di porte girevoli - In attacco, ogni eventuale partenza dovrà necessariamente coperta con un nuovo arrivo. Tutto ancora possibile ma pur sempre complesso. Il tempo stringe, è davvero tiranno.