Bene Ibraimi, Ekdal, Murru e Del Fabro; pollice “verso” per Astori, Pinilla e Ibarbo

Il borsino a tinte rossoblù del mercoledì di amichevoli internazionali

pubblicato il 07/03/2014 in Approfondimenti da Andrea Piras
Condividi su:
Andrea Piras

Turno internazionale in chiaroscuro per i calciatori del Cagliari convocati dalle rispettive nazionali, ovvero Astori, Murru e Del Fabro in azzurro, Ibraimi con la sua Macedonia, Ekdal con la Svezia, Pinilla col Cile e Ibarbo con la Colombia.

Partiamo dalle note positive. Possono ritenersi più che soddisfatti i due baby azzurrini Murru e Del Fabro, convocati rispettivamente dall’Under 21 e dall’Under 19: il terzino sinistro ha giocato tutti i 90 minuti della trasferta valida per le qualificazioni all’Europeo di categoria contro l’Irlanda del Nord, terminata positivamente per i colori italiani per 2-0; il giovanissimo centrale, invece, è stato schierato nel secondo tempo dell’amichevole contro la Germania, conclusasi in parità, 1-1. Prestazione soddisfacente anche per Ibraimi, che trasformando il rigore del definitivo 2-1 ha permesso alla sua Macedonia di battere la Lettonia. Novanta minuti anche per lui, così come per Ekdal in Turchia-Svezia, trasferta terminata però con una sconfitta di misura sempre per 2-1.

Arriviamo ora alle note stonate: Ibarbo ha propiziato il rigore che dopo dieci minuti di gara ha permesso ai cafeteros di passare momentaneamente in vantaggio sulla Tunisia (gara poi terminata sull’1-1), ma nella circostanza l’attaccante rossoblù è rimasto infortunato in seguito a un’entrata killer del portiere africano. Inevitabile la sostituzione, ma l’entità dell’infortunio, inizialmente sembrato grave, pare si sia ridimensionata col passare del tempo: dovrebbe essere soltanto una forte contusione alla coscia. Pinilla è entrato soltanto negli ultimi cinque minuti della sconfitta in Germania del suo Cile contro i padroni di casa, anche se di misura (1-0): il pistolero è andato pure vicino al gol. Infine, mercoledì poco incoraggiante per Davide Astori, che ancora una volta si è visto scavalcare da altri difensori: stavolta è stato il turno del debuttante oriundo Paletta, autore tra l’altro di un’ottima prestazione. Davide non è riuscito a entrare in campo nella sconfitta di misura fatta registrare contro la Spagna.