Cessione Cagliari: Cellino prende tempo. Frenata confermata dalla Qatar Foundation. I dettagli

Potrebbe non risolversi in tempi brevi la vendita del club sardo

pubblicato il 07/02/2014 in Approfondimenti da Davide Zedda
Condividi su:
Davide Zedda

Brusca frenata. Forse non è più nemmeno certo che il Cagliari venga ceduto, almeno in tempi brevi e il 14 febbraio potrebbe non arrivare nessuna notizia in merito alla vendita del club sardo. Massimo Cellino è completamente assorbito e concentrato sulla sua nuova avventura inglese. Dopo l’acquisto del 75% delle quote del Leeds United, Cellino ora si dice pronto a rilevare lo stadio del club britannico, il bellissimo impianto dell’Elland Road.

La pista americana non trova riscontri concreti, mentre “la pista araba” fa registrare delle novità importanti. Infatti, secondo quanto riporta calcioefinanza.it, “la Qsi, Qatar Sport Investment, sembra essere tentata dall’ex capitano della nazionale inglese, David Beckham, che avrebbe chiesto il sostegno finanziario del fondo d’investimenti, proprietario del Psg, per la sua nuova avventura in Mls con la nuova squadra di Miami.” «Beckham ci ha effettivamente contattati – conferma il Qsi al quotidiano francese Le Parisien – Al momento non è ancora stata presa una decisione in proposito».

Ma non solo. Dal Qatar arrivano anche le prime “smentite” in merito all’arrivo al Cagliari della famiglia Al Thani.

Secondo Abdulrhman AL – Abduljabbar, general manager del World Sport Company Qatar, le indiscrezioni in merito ad un accordo concluso tra gli emiri e Cellino sono da considerarsi infondate.

Dichiarazione che però stona, e non poco, con la frase: “Il Cagliari è un grande club e ci sono i presupposti per un investimento nel calcio italiano la firma però non c’è ancora stata”.

Alfredo Pedullà scrive così sul suo sito: Cellino sta decidendo molte cose, senza fretta, è concentrato sul Leeds, ma il Cagliari continua a stargli a cuore. E vuole trovare la soluzione migliore, dopo aver deciso di vivere l'avventura inglese.

Staremo a vedere, il 14 febbraio potrebbe restare per i tifosi del Cagliari sempre e solo la festa degli innamorati. Ma con Cellino, lo sappiamo bene, mai dire mai.