Il chiavistello che non funziona

Adàn: le luci e le ombre tra i pali rossoblù

pubblicato il 13/01/2014 in Approfondimenti da Marco Castoni
Condividi su:
Marco Castoni

Conte al 21’del secondo tempo rinuncia al deludente Pirlo e inserisce Marchisio. I 28 punti di differenza in classifica non si vedono e il Cagliari esegue perfettamente lo spartito composto da Lopez.

Ma la svolta purtroppo arriva all’improvviso, dettata proprio dal cambio azzeccato dell’allenatore pugliese. Il neo entrato centrocampista della Nazionale, lasciato libero al limite dell’area isolana, calcia forte piegando le mani di Adàn, nell’occasione obbiettivamente colpevole del gol subito.

Il portiere spagnolo sbaglia il primo intervento di una gara che sarà per lui quanto meno da dimenticare, e non solo per i quattro gol incassati. In occasione del goal in oggetto, Adàn è vero che forse non vede al meglio partire il tiro perché coperto da un compagno, ma da un giocatore che ha militato nel Real Madrid ci si aspetterebbe bel altro intervento.
 

Ad ogni modo, sia ben chiaro che Adàn non deve essere giudicato in virtù di sole due partite disputate, ma su di lui, già da ora, aleggiano molte più ombre che luci.