Cagliari-Torino, calendari a confronto

Quale dei due club è messo peggio per la corsa salvezza?

pubblicato il 06/04/2021 in Approfondimenti da Michelangelo Corrias
Condividi su:
Michelangelo Corrias
2021

Il Cagliari è consapevole che per la corsa salvezza non può fare affidamento solo su sé stesso, ma deve sperare anche in qualche passo falso della sua concorrente, il Torino, che al momento si trova a +2 in classifica, con una partita in meno. Da qui alla fine del campionato restano 9 match, quale delle due squadre ha il calendario più impegnativo?

Partiamo dai rossoblu, che alla prossima sfideranno l'Inter a San Siro: si tratta probabilmente della gara più difficile della stagione, i nerazzurri di Conte sono lanciati verso lo scudetto e vogliono chiudere il discorso il prima possibile. Servirà un mezzo miracolo anche solo per strappare un punto.

Dopo c'è una partita importantissima, quella contro il Parma, che sa di scontro diretto. Lì bisogna solo vincere. Poi arriva l'Udinese: un'altra gara dove bisogna fare tre punti senza se e senza ma. Le successive due saranno molto problematiche, perché i sardi dovranno affrontare due big: Roma e Napoli. Finora il Cagliari ha sempre perso con squadre di questo rango, ma deve a tutti i costi cercare di invertire il trend negativo.

È il turno poi di due sfide alla portata, almeno sulla carta. Si tratta di Benevento e Fiorentina, contro cui gli isolani persero all'andata. Qui bisogna fare risultato, anche perché dopo c'è il Milan, che lotta per un posto in Champions. L'ultima sarà contro il Genoa, ma a quel punto il discorso salvezza potrebbe essere già chiuso, solo non si sa se nel bene o nel male.

Il Torino invece ha 10 partite da qui alla fine, perché deve ancora recuperare quella contro la Lazio. Tolta questa, difficile sulla carta, alla prossima giocherà in casa dell'Udinese, match alla portata dei granata. Poi la squadra di Nicola ha un trittico interessante, perché affronta in fila Roma, Bologna e Napoli, due grandi e una piccola, se si può definire così.

Dopodiché sarà la volta di Parma e Verona, gare diverse ma ostiche allo stesso modo, tuttavia alla portata. L'incontro successivo è contro il Milan, ma poi può chiudere in scioltezza, perché restano Spezia e Benevento. Si vedrà se le due neopromosse si saranno salvate, perché in caso contrario si assisterebbe a una volata per la salvezza davvero scoppiettante.

Confrontando entrambi i calendari si nota che sia Cagliari che Toro devono giocarsela contro tre big (Roma, Napoli e Milan), mentre le altre sono più o meno alla portata, nonostante siano avanti di un bel po' in campionato, ma eccetto il Verona per i granata, si trovano tutte quante nella parte sinistra della classifica. Un confronto equilibrato dunque, dove però il Cagliari ha 2 punti in meno e anche una partita in più.