Cagliari, puoi volare se ottieni l’oro dal pokerissimo

I prossimi punti dei rossoblu passano da Spal, Torino, Bologna e dal match chiave con la Dea

pubblicato il 15/10/2019 in Approfondimenti da Michelangelo Corrias
Condividi su:
Michelangelo Corrias
2019

Spal-Torino-Bologna-Atalanta: i prossimi punti del Cagliari passano dal seguente poker, o sarebbe meglio dire pokerissimo, visto che si tratta di quattro sfide da cui il club di Giulini potrebbe uscire ricoperto d'oro. Estensi e felsinei in casa, il Toro invece andrà preso per le corna direttamente nell'arena dell'Olimpico, la Dea andrà stanata a Bergamo.

Azzardare almeno due successi e magari un pareggio non sarebbe così sbagliato, prima di guardare al match con i nerazzurri, in cui tutto può comunque succedere.

La Spal si affaccia in zona retrocessione, terzultima alla pari del Lecce, per cui verrà in terra sarda col coltello tra i denti per ottenere uno scontro salvezza che sarebbe di fondamentale importanza. Scontro salvezza anche per i rossoblu, perché anche se quest'anno dovranno inseguire un traguardo più alto dell'anno scorso, il principale obiettivo resta sempre quello di salvarsi il prima possibile, e una volta portata a termine la missione, si vedrà cosa avrà in serbo il destino per Maran & Co.

I biancocelsti sono una preda sicuramente appetibile per gli isolani, per cui i tre punti saranno d'obbligo, continuando sulla scia di cinque risultati utili consecutivi. Non è la Spal dell'anno scorso, che sorprese un po' tutti, ma non è comunque da sottovalutare, si impari dal passo falso col Verona.

A Torino invece non sarà per niente semplice, nulla di strano dunque se la banda del Gallo Belotti si porterà a casa lo scalpo rossoblu, ma chiedere un punto, strappato anche, perché no, con le unghie e i denti, è cosa buona e giusta. Il Cagliari ha già dimostrato con Napoli e Roma di potersela giocare davanti agli stadi più ostici, e dovrà cercare di interpretare la gara nella maniera migliore, secondo il DNA della squadra e senza snaturarsi troppo. La formazione di Mazzarri viaggia a un punto solo da quella di Maran (11): tenerli lontano per quanto basterà sarà un compito arduo, ma non impossibile.

Si torna tra le mura amiche per il turno infrasettimanale ed ecco il Bologna, che quest'anno ha più di un motivo per cui lottare. Il club emiliano, che adesso staziona a 9 punti, sa rendersi un avversario difficile per chiunque quando ci si mette, e fattore casa o meno, sarà da prendere con i guanti, per evitare spiacevoli sorprese. Anche qui come con la Spal però, la vittoria non dovrà far paura, e il carattere di un team passa da questo tipo di gare.

Infine, contro l'Atalanta a Bergamo (domenica 3 novembre all'ora di pranzo) sarà il test della verità. Entrambe le compagini tra qualche settimana potrebbero ritrovarsi a un paio di punti di distanza, ora che gli orobici distano cinque lunghezze dai sardi, e nelle prossime gare la banda di Gasperini affronterà in trasferta Lazio e Napoli, contro cui, presumibilmente, lascerà più di un punticino per strada.

Sarebbe la sfida chiave del girone d'andata, se tutto dovesse procedere secondo i piani nelle gare precedenti, e allora si potrà capire se il Cagliari sia in grado di respirare a quote così alte, senza aver paura di guardare giù.