Il piglio giusto

Nei pochi minuti in cui è stato impiegato Mattiello ha dimostrato grinta e determinazione

pubblicato il 13/10/2019 in Approfondimenti da Marco Castoni
Condividi su:
Marco Castoni
foto: Cagliari Calcio

Quattro minuti disputati nella partita del Bologna contro il Toro del 16 Marzo, rappresentano l’ultimo dato disponibile su Federico Mattiello prima dell’approdo in Sardegna. Diversi guai fisici e un talento mai sbocciato appieno, sono gli elementi che sovente vengono accostati al difensore classe ’95 scuola Juve.

I dieci delicati giri di lancetta trascorsi sul campo da gioco durante l’assedio giallorosso nell’ultimo match di campionato, restituiscono la chiara idea di quanto e bene Mattiello stia recuperando appieno la forma migliore. Un esordio relativamente indicativo che tuttavia offre la prima risposta sul come il difensore ventiquattrenne voglia affrontare questa avventura in maglia rossoblù.

In virtù di caratteristiche chiare e preziose, Maran può ottenere in Mattiello un interprete capace di destreggiarsi anche sulla fascia mancina oltre che su quella opposta, offrendo un solido apporto in entrambe le fasi.

Nel complesso della rosa isolana, una pedina importante che può trovare in Cagliari una piazza capace di lenire vecchie ferite e infondere nuova energia ad una carriera ancora lunga.

Un percorso deciso di crescita, il raggiungimento di una nuova e stabile dimensione deve essere quindi l’obiettivo comune di Mattiello in primis, ma soprattutto di un gruppo chiamato a confermare quanto la partita di Roma e non solo ha portato in dote.