Il massimo da qui alla fine del campionato

Inizia il rush finale, Cagliari chiamato a chiudere la stagione nel migliore dei modi possibili

pubblicato il 05/04/2019 in Approfondimenti da Michelangelo Corrias
Condividi su:
Michelangelo Corrias
2019

Il 26 maggio incomincia a intravedersi all’orizzonte e i rossoblù in queste ultime 8 gare dovranno spremersi fino all’osso per cercare di ottenere il massimo del risultato con il migliore dei rendimenti.

Prima di tutto perché il discorso salvezza non è ancora chiuso, dal momento che le inseguitrici hanno fatto risultato, visto il clamoroso successo dell’Empoli su Ancelotti e il suo Napoli, la vittoria della Spal contro la Lazio, l’Udinese, ancora in attesa di recuperare una partita, che ha pareggiato a San Siro contro il Milan e il Sassuolo che aspetta di giocare con il Chievo . Il Bologna, nuovamente terzultimo e a -6 dai sardi, sarà ospitato a Bergamo dall’Atalanta, e lì si vedrà. È vero che il vantaggio dalla zona Serie B resta ancora buono, ma come accennato in precedenza non bisogna assolutamente stare tranquilli, anzi.

Dopo aver dato un'occhiata dietro, il Cagliari può guardare avanti, perché la squadra di Maran è in corsa, oltre che per la salvezza,  per un undicesimo posto che si contenderà presumibilmente con Genoa e Parma. Serve dunque una buona dose di ambizione per chiudere questo campionato in maniera positiva e per non disputare un'altra stagione anonima.

Il prossimo match contro la Spal significa molto per i rossoblù , che se dovessero ottenere i tre punti sui ferraresi blinderebbero ulteriormente la loro posizione dalle grinfie delle squadre che stanno dietro, e otterrebbero contemporaneamente un pass per restare aggrappati alla postazione citata sopra.

I sardi hanno tutte le carte in regola per centrare più di un obbiettivo stagionale. Per conseguire ciò, ogni incontro dovrà essere affrontato come una finale per tenere alta l'asticella della concentrazione e fare il meglio possibile.