Partecipa a Blog Cagliari Calcio 1920

Sei già registrato?

Accedi con e-mail e password

A sinistra giochi Pajac

Padoin prezioso ma fuori ruolo: sull'out mancino di difesa tra il croato e il calciomercato

Condividi su:

La sessione di mercato invernale ormai alle porte si configura come un’occasione troppo ghiotta per la dirigenza rossoblù al fine di porre rimedio a delle precise e note dinamiche.

Al momento non è dato sapere quali siano le intenzioni del sodalizio presieduto dal presidente Giulini, tuttavia risulta più che auspicabile un cambio di rotta in seno alla fascia mancina della retroguardia cagliaritana.

L’encomiabile Padoin infatti, dopo diverse sfide da protagonista in panni non propriamente calzanti, inizia a restituire più di un dubbio circa un costante utilizzo nelle vesti di terzino sinistro. Un sacrificio francamente eccessivo per un interprete che alla soglia delle trentacinque primavere, appare non più in grado di sostenere il carico atletico di tale ruolo.

La rosa attuale invece, oltre l’ex Atalanta e Juventus, identifica in Pajac e Lykogiannis due risorse valutabili e perseguibili sull’out mancino, che in virtù di differenti ragioni vivono situazioni e ambizioni diverse. Il croato, dopo un lungo periodo in naftalina, ha recuperato posizioni nelle gerarchie di un Maran, non sempre convinto di poterne sfruttare le qualità a fronte di caratteristiche marcatamente offensive. Il greco, dal canto suo appare così come lo stesso Pajac, un tornante piuttosto che un terzino puro. Costantemente alle prese con svariati problemi fisici, quando impiegato non ha mai convinto appieno.

Un quadro chiaro che auspica una rinuncia all’utilizzo in tali vesti di Padoin, con un suo pronto ritorno in mediana. Non solo, il Pajac ammirato nel mese di dicembre, si candida con convinzione ad un ruolo di titolare se sorretto da una squadra che saprà mascherarne le lacune in fase difensiva.

Considerazioni che dovranno necessariamente attende l’evolversi di un mercato chiamato a dare urgenti correttivi ad un ruolo e un Cagliari, in perenne ricerca del bandolo della matassa.

Condividi su:

Seguici su Facebook