La giusta strada

Il granatiere Cerri nonostante non riesca ad incidere al meglio nella sfida contro i viola, esprime una prestazione di sacrificio sfiorando il goal nella prima frazione di gioco

pubblicato il 23/10/2018 in Approfondimenti da Giovanni Podda
Condividi su:
Giovanni Podda

Nella delicatissima sfida contro la Fiorentina, Mister Maran ha ancora una volta spiazzato tutti nella scelta dell’undici titolare lasciando in panca Leonardo Pavoletti e concedendo una chance al giovane Alberto Cerri responsabilizzandolo non poco, al fianco di un Joao Pedro rinato nel ruolo di seconda punta ed un Castro (a rotazione con i compagni di mediana) sempre più convincente nella trequarti dello schieramento sardo.

L’attaccante classe ’96 ha svolto una gara di grande sacrificio e tanto impegno, rendendosi utile con numerose sponde verso i colleghi di reparto e protagonista della migliore occasione goal del Cagliari nel primo tempo, che avrebbe potuto probabilmente cambiare il corso della partita.

Sicuramente la mancanza di esperienza nella massima serie e la giovane età lo rendono ancora acerbo per confrontarsi con una realtà in cui occorre essere cinici e costantemente pronti a sfruttare ogni minima occasione che si presenti di fronte alla porta avversaria.

La società di via Mameli punta forte sul giovane parmense: il suo cammino verso la consacrazione ai massimi livelli richiederà ancora tempo e fatica, anche se le sue innegabili potenzialità e gli ampi margini di miglioramento non posso che far ben sperare per il futuro ed affermare che sia sulla giusta strada.