Non ora

L’attaccante rossoblù dopo la sfortunata prestazione contro il Parma non appare pronto a rivestire nell’immediato il ruolo di prima punta titolare

pubblicato il 24/09/2018 in Approfondimenti da Giovanni Podda
Condividi su:
Giovanni Podda

Nonostante la fiducia concessa da mister Maran ad Alberto Cerri nella delicata sfida contro i giallo blu emiliani, il corazziere classe’96 non è riuscito ad incidere nel ruolo di prima punta in sostituzione dell’ariete titolare Leonardo Pavoletti, tenuto a riposo a seguito di un infortunio alla schiena che lo ha bloccato poco prima del mach.

Indipendentemente dalla buona volontà mostrata in campo, al momento il giovane attaccante di Parma non sembra ancora pronto per dominare ed imporsi in zona goal apparendo in grave difficoltà, almeno nell’immediato nel confrontarsi con la massima serie e nello stesso tempo quindi rappresentare una alternativa affidabile per l’attacco rossoblù.

Sicuramente a discapito dell’infelice prestazione della giovane punta rossoblù va considerata la bassa percentuale di palloni giocabili giunti dalle fasce dove gli isolani solo apparsi sterili e poco incisivi rispetto alle precedenti partite.

Ad ogni modo indipendentemente dalla lungimiranza della società rossoblù nel guardare al futuro investendo forte sul corazziere Cerri, ciò che conta è che lo spettacolo andato in scena allo stadio Tardini ha evidenziato che i rossoblù in caso di emergenza si potrebbero trovare scoperti nel ruolo di prima punta.

In virtù delle due imminenti e delicatissime sfide contro Sampdoria ed Inter che attendono la compagine isolana, mister Maran dovrà adoperarsi sin da subito per indovinare la soluzione più idonea in tal senso, sperando in un recupero lampo di Leonardo Pavoletti oppure visti i tempi strettissimi rimodulando il reparto offensivo, al fine di renderlo più determinato ed incisivo possibile.