Cagliari, chi decide su Cigarini?

Il regista rossoblù è dato da settimane in partenza. Sarà davvero così?

pubblicato il 14/07/2018 in Approfondimenti da Luca Neri
Condividi su:
Luca Neri

Così vicini, eppure così lontani. Cigarini e il Cagliari, il Cagliari e Cigarini, un intreccio amoroso che attende d’esser sbrogliato. Basta passeggiare per le via della città per capire come, quasi unanimemente, il regista rossoblù sia considerato un giocatore con le valigie in mano. In partenza, così dicono i media, così pensano i tifosi.

Eppure Luca è lì, in ritiro col resto della ciurma, a dettare i ritmi della manovra come il suo ruolo impone. Appare quantomeno improbabile che sia stato inserito nella lista dei cedibili dal tecnico Maran, che lo stima e ha bisogno come il pane di un giocatore con le sue caratteristiche per imporre il suo credo tattico.

Recentemente persino il suo agente Giovanni Bia aveva parzialmente rassicurato circa la sua permanenza, con un “resta al 90%” che comunque lasciava aperta una porta a nuove soluzioni. Negli ambienti pallonari i luminari del giuoco assicurano che il playmaker lascerà la Sardegna per far ritorno nel “suo” Parma, che intanto però acquista chiunque (persino le vecchie glorie rossoblù) tranne che lui.

Intanto il tempo scorre e Cigarini continua a rimanere nell’organico del Cagliari, lasciando sempre meno giorni alla ricerca del possibile sostituto e, chissà, magari fidelizzando sempre di più con quel Maran che potrebbe anche mettersi di traverso alla cessione. Del resto, non saranno certo stampa o  tifosi a consegnargli il biglietto di sola andata.