Il coraggio di Lopez fa rima con Romagna e Han

Nella gara più complicata, il tecnico rossoblù butta nella mischia i due “baby” del Cagliari. Buona prestazione per entrambi, scelta premiata

pubblicato il 01/03/2018 in Approfondimenti da Giovanni Podda
Condividi su:
Giovanni Podda

Il”Monday Night” contro la prima della classe consegna al Mister Lopez una sconfitta amara dal dolce retrogusto. In una serata infelice dal punto di vista della prestazione le poche note liete giungono dai giovanissimi gioielli rossoblu, Romagna e Han che hanno ripagato il coraggio del tecnico nell'averli schierati - per la prima volta contemporaneamente - nella formazione titolare.

Filippo Romagna oltre ad un buon impatto sulla gara ha offerto una prestazione di categoria, dimostrando attenzione nelle marcature e garantendo per tutti i novanta minuti supporto costante ai colleghi di reparto, senza dimenticare il fatto (elemento fondamentale) di non aver avuto responsabilità dirette sui gol subiti.

Il nord coreano Kwang-Song Han dal canto suo, nella sua prima esperienza da titolare in stagione è stato la seconda nota lieta dello sfida contro i partenopei rappresentando nei primi 25 minuti di gioco una spina nel fianco per la difesa avversaria nonché un incubo per il difensore senegalese Koulibaly, che in più di un’occasione ha dovuto cedergli il passo.

Il folletto asiatico, ha mostrato inoltre di sentirsi a suo agio sia come esterno d’attacco che come elemento di supporto alle incursioni sulla fascia destra di Paolo Faragò.

Nonostante la sfida contro il Napoli capolista non poteva considerarsi come palcoscenico ideale per la consacrazione definitiva dei due talenti rossoblù, le indicazioni che ne sono derivate consegnano a Lopez due importanti pedine di sicuro affidamento sino alla fine del campionato.

Al tecnico rossoblù va riconosciuto il merito ed il coraggio (ripagato) di aver schierato i due "baby" rossoblù, titolari contro la corazzata Napoli.