Cagliari, ecco perché l’attesa è tutta per Romagna

La “Faccia d’angelo” della difesa rossoblù con un futuro tutto da scrivere tra Serie A e nazionale maggiore

pubblicato il 23/02/2018 in Approfondimenti da Giovanni Podda
Condividi su:
Giovanni Podda
2017

Filippo Romagna “la faccia d’angelo” del reparto difensivo rossoblù giunto a Cagliari in estate (dopo la breve esperienza in cadetteria tra Novara e Brescia) ha mostrato sotto la guida di Mister Lopez una maturazione calcistica in continua evoluzione che lo ha portato ad adattarsi alla massima categoria con semplicità disarmante, esprimendo da subito sicurezza nei propri mezzi ed un talento da più parti definito come “indiscutibile”.

Il giocatore di Fano nonostante la giovane ètà (classe 1997) gode di un palmares invidiabile soprattutto per aver militato dal 2012 ad oggi in tutti i settori giovanili della Nazionale Azzurra partendo dall’Under 15 sino all’Under 21 collazionando un totale di 53 presenze.

Nonostante Il ragazzo ha dimostrato in tutte le occasioni in cui è stato chiamato in causa di poter rivestire un ruolo da titolare, la società rossoblù non sembra aver fretta di consegnarli le chiavi del reparto difensivo, consapevole che le sue indubbie qualità e margini di miglioramento (se debitamente coltivate) potranno a breve termine mettere a disposizione della compagine rossoblù un difensore di altissima qualità che potrà recitare un ruolo da protagonista anche in funzione della imminente rifondazione della nazionale maggiore.