18/05/2017, 13:22 | Di La Redazione | Categoria: News

Fluorsid, il quadro accusatorio si aggrava: truffa: "Gesso inquinato venduto a imprese estere"

Si aggrava il quadro accusatorio: "Veniva mostrato il gesso buono, per poi caricare sulla nave materiale miscelato"

Prende il titolo de "La truffa in danno degli acquirenti nigeriani" il capitolo del Gip Cristina Orlando dedicato all'illecito smaltimento mediante vendita di materiale inquinato.

Nello specifico si tratta di gesso per l’edilizia, prodotto dalla Fluorsid con gli scarti delle lavorazioni.

Truffa - “il deposito – in origine per il gesso – denominato Vecchia laveria“. “Detti materiali sono stati venduti ad acquirenti ignari, anche extraeuropei, ai quali all’atto di acquisto veniva mostrato del gesso ‘buono’, appena prodotto nel corso della normale produzione Fluorsid, ma poi in sede di caricamento sulla nave veniva consegnato materiale estratto da Terrasili, miscelato a quello ‘buono'”.

Il Gip - come riportato da sardiniapost - scrive ancora: “Analoghe operazioni sono state messe in atto anche nei mesi successivi, con protagonista sempre il Farci. Orbene – si legge ancora nell’ordinanza -: al di là della truffa perpetrata contro gli acquirenti nigeriani, ciò che qui interessa è il materiale preso da Terrasili e definito da tutti i protagonisti della Fluorsid e delle ditte esterne di Bollani come ‘immondezza’, ‘merda’, ‘merderia’ ed espressioni similari. Materiale – conclude il Gip – non certo rispondente alle qualifiche tecniche richieste per i gessi, tanto che per poterli spacciare agli acquirenti si rendeva necessario organizzare più volte quella messinscena emersa dalle conversazioni intercettate”.

La Redazione

Leggi anche

Articoli consigliati:

Ti potrebbe interessare anche

Articoli correlati:

"Si impenna in rovesciata Riva ed è rete!"

Verticali

annunci
stilefashion
viverecongusto
terraecuore
portaleletterario
cronacastorica
Questo sito utilizza cookies sia tecnici che e di terze parti. Continuando la navigazione acconsenti al loro utilizzo - Informativa completa - OK