19/11/2018, 22:22 | Di La Redazione | Categoria: Nazionali

Mancini: “Sirigu e Lasagna titolari”

"Barella potrebbe sostituire Jorginho"

Il Ct della Nazionale Italiana, Roberto Mancini, ha parlato in conferenza stampa alla vigilia dell'amichevole contro gli USA.

Ecco le sue parole:

"La formazione di domani e gli elogi ricevuti? Se chi ha giocato sabato sta bene, allora potrebbero giocare tutti più altri sei.Gli Stati Uniti sono una squadra giovane, che ha cambiato molto rispetto alla mancata convocazione al Mondiale. Molti di loro giocano in Europa, come nel caso di Pulisic.

Non sarà una partita facile. Il nostro momento è positivo tuttavia. Aspettavamo un po' di avere tutti i giocatori che nelle prime convocazioni erano infortunati. Un esempio è Verratti. Il gruppo ha lavorato bene, bruciando un po' le tappe.

C'è ancora tanta strada da fare. I complimenti di Santos? Mi hanno fatto piacere. Ma sarei stato più contento in caso di vittoria. Per quel che riguarda le mie scelte nella partita di andata noi venivamo da un momento un po’ così e dovevamo dare a dei ragazzi la possibilità di giocare in partite importanti come quella contro il Portogallo. Abbiamo dimostrato che l’Italia può essere all’altezza delle altre.

Tonali e gli altri giovani? Sì, anche noi siamo curiosi di vederli all'opera. Penso potranno avere delle possibilità. Sensi è uno che nasce play e che poi si è spostato a fare l'interno. Stessa cosa per Tonali, che gioca centrale ma che può farlo anche in posizione più defilata. Se sono emozionati? Sicuramente un po' lo sono. In Nazionale coroni il sogno che hai da bambino e allenarsi con giocatori che hanno vinto tutto è bello. Poi però qui devi rimanerci e per riuscirci devi giocare bene.

La difficoltà di andare in gol e l'atteggiamento che voglio contro l'USA? E' un problema, perché se non lo fai non vinci. Certo, siamo stati anche un po' sfortunati, con il Portogallo per esempio il portiere avversario ha fatto grandi parate.

La ruota girerà prima o poi, abbiamo attaccanti che sanno buttare dentro la palla. L'importante è aver creato almeno 20 palle gol nelle ultime tre partite. Domani voglio vedere una squadra propositiva, che attacchi sempre. Giocherà chi, fino a questo momento, lo ha fatto poco. Mi aspetto tanta voglia di dimostrare.

Chi giocherà in attacco e in porta? Partirà dal 1' Lasagna. A meno che non accada qualcosa in queste ore, questa è la mia decisione. Immobile a casa? Abbiamo fatto un sacrificio per fare un favore alle società che giocano ogni tre giorni. Sono contento di lui, con il Portogallo è capitato in una giornata sfortunata.

Fra i pali invece ci sarà Sirigu. Lo merita e ci fa piacere che giochi lui. Appena sta bene vorremmo chiamare Meret perché ne parlano tutti bene. Donnarumma ha un futuro, ma sono bravi anche gli altri, compreso Perin che non è qui perché è infortunato. Tra i pali non abbiamo problemi.

Il centrocampo? Per prendere il posto di Jorginho, quella di Barella è un'opzione, oppure potrei mettere dentro uno tra Sensi e Tonali".

La Redazione

Leggi anche

Articoli consigliati:

Ti potrebbe interessare anche

Articoli correlati:

"Si impenna in rovesciata Riva ed è rete!"

Verticali

annunci
stilefashion
viverecongusto
terraecuore
portaleletterario
cronacastorica
Questo sito utilizza cookies sia tecnici che e di terze parti. Continuando la navigazione acconsenti al loro utilizzo - Informativa completa - OK