14/03/2019, 11:47 | Di Alexandra Atzori (inviata) | Categoria: Live

Maran: "Contro la Fiorentina serve una grande gara"

"Joao da esorcizzare? No, io sono molto ottimista"

foto: sport.sky.it
foto: sport.sky.it

Archiviata la sconfitta contro il Bologna in terra emiliana, il Cagliari ritorna alla Sardegna Arena dove ospiterà la Fiorentina. Servono punti in chiave salvezza, una vittoria per stare lontani dalla zona rossa.

Alle 12:40, Maran incontrerà i media nella sala stampa del centro sportivo di Asseminello. Per noi sarà presente la  nostra inviata Alexandra Atzori.

Amici sportivi, buongiorno. Tra poco in sala stampa mister Maran per la consueta conferenza della vigilia. State con noi.

Come stanno Pellegrini e Pavoletti? Birsa è pronto per giocare dal primo minuto? Tanti i temi, attendiamo Maran.

Ecco il mister, ecco le sue dichiarazioni:

"Bollettino medico: l'unico convocato con dubbi è Pellegrini. Despodov è out. Per fortuna si gioca subito, la gara di domenica ha lasciato scorie che vanno tirate fuori subito.

Qualcuno deve ancora crescere di condizione ma piano piano ci stiamo avvicinando alla normalità. Qualcuno altro è pronto. Pavoletti è totalmente a disposizione e non ha problemi.

Soprattutto nella prima parte della gara domenica non siamo andati male ma non siamo riusciti a replicare le prestazioni precedenti, non completamente. Per fare risultato servono prestazioni più positive e dobbiamo tenere standard più alti. Ma il discorso sulla prestazione varrebbe anche se avessimo vinto.

Birsa? Io devo mettere in campo chi sta meglio e deve avere frecce nel mio arco da usare a gara in corso. Ho tante soluzioni a disposizione, Valter gioca ancora con il tutore ed è da aspettare ancora un po'.

La gara di Bologna mi ha dato molto fastidio perchè volevo delle risposte e per larghi tratti l'abbiamo anche giocata alla pari ma non ho avuto le risposte che avrei voluto, non siamo riusciti a mettere quelle cose che per una squadra come noi fanno la differenza.

Dopo il rigore non ci siamo spenti, anche perchè abbiamo avuto diverse occasioni successivamente. In una giornata non al top basta che qualche giocatore non faccia una prestazione elevata e questo è il risultato. Dobbiamo gestire le gare con equilibrio e attenzione per fare la gara che vogliamo. Ben venga giocare così vicino alla gara di Bologna, l'avrei giocata anche prima.

La Fiorentina è una squadra con un potenziale incredibile, con un allenatore bravo. È una squadra scomoda ma non dobbiamo guardare il colore della maglia, dobbiamo pensare a fare risultato e concentrarci su di noi.

Nella prima parte il Bologna ha giocato altissimo, ho inserito Despodov per attaccare la profondità in modo da innescarlo. Non siamo riusciti a farlo con continuità e lui non è riuscito a inserirsi bene e non siamo riusciti a farcela.

Dobbiamo avere la gara dell'Inter come riferimento. Prima di quella gara avevo detto che avremmo dovuto fare una gara da ricordare, la stessa cosa vale per domani.

La Fiorentina è diversa dal Bologna ma cercare la profondità può essere un modo di affrontarla. In ogni caso, dobbiamo essere bravi a leggere la partita.

Io alla Fiorentina? Questa notizia non l'ho sentita e non mi interessa, penso a fare bene con il Cagliari.

Diffidati? Non mi influenza, in ogni gara dobbiamo cercare di fare risultato e non guardo chi rischia e chi no, l'avevo detto anche prima dell'Inter.

La Fiorentina nella profondità è micidiale e dovremo essere bravi a sporcare il loro gioco sarà. Al vento siamo abituati, dobbiamo gestirlo come tutti gli eventi atmosferici.

Cacciatore sta bene. Joao da esorcizzare? No, io sono molto ottimista".

Alexandra Atzori (inviata)

Leggi anche

Articoli consigliati:

Ti potrebbe interessare anche

Articoli correlati:

"Si impenna in rovesciata Riva ed è rete!"

Verticali

annunci
stilefashion
viverecongusto
terraecuore
portaleletterario
cronacastorica
Questo sito utilizza cookies sia tecnici che e di terze parti. Continuando la navigazione acconsenti al loro utilizzo - Informativa completa - OK