09/12/2018, 07:53 | Di Alexandra Atzori | Categoria: La Voce dei Tifosi

I tifosi: “Orgogliosi di questo Cagliari: pari meritatissimo contro tutto e tutti”

I commenti dei supporters rossoblù al termine di Cagliari-Roma

2017
2017

Il Cagliari recupera una partita che sembrava già persa contro la Roma, giocando in nove, senza la guida tecnica in panchina ma con un stadio che ha spinto i ragazzi di Maran fino al 95’, quando Marco Sau ha insaccato la rete del 2-2.

Come in ogni post gara abbiamo chiesto ai tifosi di commentare la prestazione dei rossoblù.

Vi lascio ai commenti, buona lettura!

Il Cagliari siamo noi!

Filippo: “Orgoglio cagliaritano, alla faccia della Roma e dell'arbitro, il peggiore in campo. Pajac deve giocare perchè è forte, sono contento per Sau”.

Mauro: “È stata una partita al cardiopalma pareggiata nonostante Mazzoleni, nonostante le assenza. I ragazzi hanno messo tanto cuore in campo, con tutti sopra le righe, sono questi i punti migliori”.

Giancarlo: “Una gioia immensa, tanto cuore dei ragazzi contro tutto e tutti! Questo non è un punto d’oro ma di platino, e ci darà una spinta emotiva per il futuro”.

Marco: “Non urlavo così per un gol da anni... forse da quando Cossu ha segnato alla Juve allo stadio. Qui solo in casa!”.

Marco: “La cosa positiva è che nelle ultime partite c'è stata la resurrezione di Farias, Cerri e ieri Sau! Non solo Pavoletti”.

Andrea: “Ottima prestazione da parte di tutti, felice per il gol di Sau, finalmente! Speriamo si sia sbloccato”.

Antonio: “Grazie Cagliari per la grande emozione che ci hai regalato. Non capisco perché Ceppitelli abbia scelto la porta contro vento, dando di fatto un’arma in più alla Roma. Grazie a Maran che, con i cambi, ha pareggiato la partita. Il solito arbitro che danneggia il gioco del calcio, ma la fortuna alla fine ha girato verso di noi, forza Cagliari!”.

Valentina: "Partita da infarto! È un punto preziosissimo, la squadra ha giocato con il cuore.  Bravi!".

Efisio: "Durante la partita, da tifoso, vorresti sempre che la tua squadra girasse a mille ma, a mente fredda, rivedi l'impegno di questi ragazzi e realizzi che a volte si perde e altre si vince. Ieri ci hanno dato  una grande dimostrazione, bisogna solo incitarli: scarsi o no, vestono con onore la nostra maglia".

Francesco: "Al 2-2 sono quasi 'impazzito'. Boh, mi ritrovo a 64 anni suonati, felice come un bambino. L'urlo per il gol di Sau, da Porto Torres, avrà attraversato la 131 fino a Cagliari. Che cosa abbiamo vinto? Niente! Anzi no, tutto! Abbiamo vinto il senso dell'appartenenza, l'orgoglio di essere tifosi della nostra squadra del cuore, della sardita'. Ciao a tutti da un 'cuore rossoblù'!".

Blog Cagliari Calcio 1920 (Fan Page)

Alessandro: “Questa partita è stata la dimostrazione che il Cagliari non era inferiore alla Roma, è solo una questione di mentalità, si gioca in 11 contro 11; sanno tutti palleggiare e passare la palla, manca solo il nome e l’organizzazione del gioco per identificare una squadra più forte. Non bisogna mai avere paura e infatti, con la rabbia, abbiamo pareggiato. Forza Cagliari. PS: il terzino sinistro ce l’abbiamo, basta farlo giocare e fargli acquisire esperienza, anche rischiando qualche pasticcio da parte sua. Bisogna rimettere Padoin al centro e via”.

Gesuino: “L'unica certezza è che Mazzoleni deve abbandonare il calcio, è incredibile il fatto che invitasse i nostri giocatori ad avvicinarsi per farsi espellere!”.

Claudio: “Sinceramente siamo stati sfortunati: senza Barella, Castro, Pavoletti e con un arbitro incompetente siamo andati sotto per due episodi fortuiti per la Roma. Che grande reazione del Cagliari! Pajac e Faragò top!”.

Angelo: “Abbiamo fatto un ottimo secondo tempo. Lo scrissi già dopo la partita in Coppa Italia, che si sarebbe potuto giocare con Pajac, magari con Padoin davanti al croato. Anche Faragò è stato superlativo. Bellissima la personalità e la grinta messe in campo!”.

Omar: “Lo scorso anno una partita del genere l’avremmo persa 4-0, quest’anno la squadra ha un carattere incredibile, non molliamo mai, nemmeno in nove uomini. Pajac, infine, deve giocare titolare”.

Jsak: “C'è poco da festeggiare, lo scorso anno con una squadra nettamente al di sotto di quella attuale avevamo gli stessi punti. Ieri abbiamo pareggiato immeritatamente, grazie a uno scadente arbitraggio. C'è tanto da lavorare, soprattutto là davanti”.

Antonio: “Anche ieri sera la partita l'hanno fatta il grande cuore e la grande generosità della squadra. È stato impossibile marcare Joao Pedro e Ionita si è ripetuto, a dimostrazione della grande crescita del collettivo. Mi sa che questa squadra inizia a far paura alle grandi, perché i giocatori sono cresciuti in modo esponenziale, e non sono più 11 ma nello sforzo sembrano moltiplicarsi, creando un grande disorientamento negli avversari. Forza Casteddu, ajò!”.

Tomaso: “Saremo pure inferiori alla Roma ma questa squadra è tostissima. Maran sì, diversamente da quei due che avevamo l'anno scorso, che è un vero allenatore!”.

Luca: “Casteddu forever, io ci ho sempre creduto anche se, dopo le due espulsioni, mai avrei immaginato un finale del genere. Sono felice per Sau, che amo ed ho sempre amato... speriamo si sia sbloccato!”.

Andrea: “Per pareggiare al 96’, in nove, contro la Roma ci vuole carattere e questi ragazzi l’hanno avuto. Grazie!”.

Angelo: “Prestazione da dimenticare per 80 minuti, Cragno ci ha salvati da una goleada, poi gli ultimi 10 minuti li abbiamo giocati con orgoglio, contro tutto e tutti… compreso l'arbitro protagonista”.

Le voci dallo stadio

Pietro: “È stata una partita orrenda per quasi novanta minuti ma sono bastati quei pochi attimi di pazzia per rimettere le cose a posto. Avremmo potuto segnare in altre occasioni, così come la Roma, ma loro non l’hanno fatto e noi sì, quindi il risultato è giusto così”.

Marco: “Ma è possibile che siano talmente disperati a Roma che sono costretti a usare ancora Mazzoleni? Quando se ne va in pensione?”.

Luciano: “Vorrei capire bene le motivazioni delle espulsioni, perché sinceramente non ho capito nessuna delle quattro”.

Roberto: “Che cuore, che orgoglio! In altri tempi questa partita l’avremmo persa 5-0 senza scendere nemmeno in campo. Maran sta facendo davvero un ottimo lavoro”.

Bruno: “Quanto sono contento per Sau! Se lo merita proprio, ha passato un periodo difficile e si è sbloccato nel momento più duro per la squadra. Grazie Pattolino!”.

Elisa: “Che gara ma che noia! Sinceramente all’80’ me ne stavo per andare perché pensavo che la Roma sarebbe riuscita a farci anche il 3-0. Meno male che sono rimasta, è stato un vero spettacolo!”.

Valeria: “La sudditanza di questi arbitri è veramente incredibile, Mazzoleni ha fatto delle scelte piuttosto discutibili e non capisco come faccia ad essere ancora in circolazione, visto che combina guai da anni. E vogliamo parlare di Giua, il quarto uomo? Ogni volta che c’è lui, succede sempre qualcosa!”.

Carlo: “Queste espulsioni si faranno sentire domenica contro il Napoli, ma adesso godiamoci questo pareggio perché ce lo siamo proprio meritati ed è stata una goduria. Grazie ragazzi!”.

Francesco: “Che partita! Con la tegola Pavoletti (senza contare le assenze di castro e Barella) io davo la partita già persa, invece questa squadra non muore mai e il merito non può che essere di chi la conduce”.

Gianni: “Io per domenica sono positivo: Srna non è al meglio e un turno di stop può fargli bene e, per sostituire Ceppi, abbiamo Romagna o Pisacane. Poi tornerà Barellino e speriamo che Pavoletti recuperi. Secondo me possiamo fermarli, forza Cagliari!”.

Alexandra Atzori

Leggi anche

Articoli consigliati:

Ti potrebbe interessare anche

Articoli correlati:

"Si impenna in rovesciata Riva ed è rete!"

Verticali

annunci
stilefashion
viverecongusto
terraecuore
portaleletterario
cronacastorica
Questo sito utilizza cookies sia tecnici che e di terze parti. Continuando la navigazione acconsenti al loro utilizzo - Informativa completa - OK