24/03/2019, 08:27 | Di Marco Zucca | Categoria: L'Editoriale

Da Riva a Barella: storia di due predestinati

Il giovane talento ha siglato il primo gol in Nazionale 10 mesi prima di quanto fece Rombo di Tuono

C’è chi detiene ancora il record di gol in Nazionale (35 in 42 presenze); c’è chi, alla quinta partita in azzurro, ha siglato la prima rete, nonostante non faccia il goleador di professione.

Gigi Riva e Nicolò Barella. Storia di due predestinati, che nonostante le diverse generazioni a separarli sono legati da un solido filo conduttore.

L’uno, bandiera non solo del Cagliari ma di una terra, la Sardegna, che lo adottò e alla quale lui - che mai l’avrebbe abbandonata - regalò a suon di gol uno Scudetto ancora oggi decantato come una delle più belle imprese sportive; l’altro, figlio di Cagliari e cresciuto proprio nella scuola calcio del campione, prima di vestire il rossoblù che lo avrebbe portato ad esordire in prima squadra, divenendo col passare del tempo un autentico protagonista. A differenza di Gigi, lui prima o poi lascerà la sua Isola, perché le logiche del calcio, col tempo, sono mutate, e perché, in fondo, è giusto così.

L’epilogo, quando si ha talento, non può che essere la Nazionale: è infatti anche grazie ad essa che si diventa Leggende. Inoltre, rappresentare soltanto una squadra sarebbe troppo riduttivo: bisogna portare in alto i colori del proprio Paese.

Ieri il buon Nicolò ha segnato la prima rete con l’Italia, sbloccando la gara contro la Finlandia ed essendo il primo cagliaritano a mettere la firma in azzurro. Lo ha fatto all’età di 22 anni e 1 mese. Incredibile, se si pensa che Gigi Riva il primo gol in Nazionale lo marcò all’età di 22 anni e 11 mesi (7 giorni prima del suo 23° compleanno).

Fare meglio di Rombo di Tuono non è cosa semplice, ma i predestinati possono fare questo, e tanto altro. Ci auguriamo che Barella, mantenendo l'umiltà che lo contraddistingue, possa seguire la strada del suo idolo Gigi, e continuare a stupire, a suon di prestazioni da applausi, i tifosi del calcio.

Marco Zucca

Leggi anche

Articoli consigliati:

Ti potrebbe interessare anche

Articoli correlati:

"Si impenna in rovesciata Riva ed è rete!"

Verticali

annunci
stilefashion
viverecongusto
terraecuore
portaleletterario
cronacastorica
Questo sito utilizza cookies sia tecnici che e di terze parti. Continuando la navigazione acconsenti al loro utilizzo - Informativa completa - OK