16/03/2019, 00:40 | Di Davide Zedda | Categoria: Il Punto del Direttore

[La morte non la si canta a nessuno: “tifosi” Viola, vergognatevi!]

Osceno comportamento da parte dei supporter della Fiorentina presenti alla Sardegna Arena

Capita di riempirsi la bocca di belle parole, di azioni nobili, ci si stringe nel ricordo di Davide Astori. Poi, a pochi minuti dalla fine della gara tra Cagliari e Fiorentina (le due uniche vere squadre di #DA13) capita anche (purtroppo) che un tifoso del Cagliari di soli 45 anni accusa un malore e crolla a terra in Curva Sud accasciandosi alle spalle della porta e della rete che ha visto gonfiarsi grazie ai gol di Joao Pedro e Ceppitelli.

Inutili i soccorsi, nulla da fare. Ma da dire sì.

Perché in quei concitati e disperati minuti in cui si è fatto di tutto per mantenere in vita il giovane uomo, dal settore ospiti (che fa angolo con la Sud) i “tifosi” della Fiorentina hanno messo in campo il peggiore dei repertori possibile intonando il più becero “devi morire” e altro ancora.

Vergognatevi. Voi che al minuto 13 avete applaudito la memoria di Davide Astori all'urlo di "Davide vive", avete poi mostrato il vostro vero volto. Infame e vile ai danni di un uomo che moriva davanti ai vostri occhi.

Davide vive, voi non ne siete degni. E sia chairo, rappresentate soltanto una minoranza "marcia" della splendida tifoseria Viola e della gente di Firenze.

 

Davide Zedda

Leggi anche

Articoli consigliati:

Ti potrebbe interessare anche

Articoli correlati:

"Si impenna in rovesciata Riva ed è rete!"

Verticali

annunci
stilefashion
viverecongusto
terraecuore
portaleletterario
cronacastorica
Questo sito utilizza cookies sia tecnici che e di terze parti. Continuando la navigazione acconsenti al loro utilizzo - Informativa completa - OK