26/05/2019, 22:44 | Di Marco Zucca | Categoria: Il Borsino Rossoblù

Cragno la stecca, non basta Pavo-gol: le pagelle rossoblù

Le pagelle del Cagliari, sconfitto dall'Udinese

foto: Paolo Mastrangelo
foto: Paolo Mastrangelo

Cragno: 5.5. Partita dal doppio volto per il portiere rossoblù. Nel primo tempo trattiene un tiro debole di Mandragora, smanaccia in angolo un cross di Hallfredsson e devia ottimamente una conclusione di Teodorczyk. Unico neo, un rinvio addosso a Badu che non riesce a sfruttare l’opportunità. Ma nella ripresa, dopo un intervento prodigioso, spedendo la palla calciata da Ter Avest sul palo, si rende protagonista in negativo: calcola male il cross di Hallfredsson che trova un incredibile gol, poi non esce su una punizione e incassa il 2-1 di De Maio.

Srna: 6. Si fa vedere con costanza in avanti: dai suoi piedi partono diversi cross, tra cui quello che, in seguito alla sponda di Pisacane, conduce al vantaggio cagliaritano. Nella ripresa cala in seguito a un giallo rimediato per un intervento su Pussetto (Dal 76’ Padoin: 6. Combatte alla ricerca del pari, spingendo parecchio).

Pisacane: 6.5. Effettua l’assist che porta al vantaggio di Pavoletti. Per il resto è attento in fase difensiva, e i gol non derivano da sue responsabilità.

Klavan: 5.5. Meno preciso negli interventi rispetto a Pisacane, spazza quando si conviene e prova spesso il lancio lungo per gli attaccanti. Un suo fallo su Lasagna gli costa l’ammonizione.

Lykogiannis: 5.5. Sale parecchio, ed si vede anche in fase offensiva, con una punizione che impegna Musso. Ma è responsabile su 2-1 di De Maio, non marcandolo a dovere.

Barella: 6. Quando cambia passo qualcosa accade sempre: dialoga bene con i compagni e si lascia andare anche ad alcuni preziosismi, come un colpo di tacco smarcante. Prova il tiro, terminato fuori, mentre sul finale mette in mezzo diversi palloni, purtroppo non andati a buon fine.

Bradaric: 5.5. Qualche tocco di troppo prima di smistare il pallone, e un clamoroso liscio dopo il quale segue un fallo di Srna (Dall’82’ Cerri: 6. Serve un pallone d’oro che Pedro spreca in modo incredibile).

Ionita: 5.5. Mira più al contenimento che a farsi vedere in avanti, complice anche l’altra mezzala Barella che è decisamente più propositivo.

Castro: 5.5. Gli manca ancora il ritmo partita: prova a scambiare con Barella e Joao Pedro e a liberare spazi per l’inserimento degli esterni. Male quando si fa rubare palla da D’Alessandro sul limite dell’area (Dal 68’ Birsa: 5.5. Il suo ingresso non sortisce gli effetti sperati).

Joao Pedro: 5. Poco incisivo, si rende protagonista di un retropassaggio-killer che Cragno rinvia addosso all’avversario, rischiando grosso. Ma fa mettere le mani davanti agli occhi dei tifosi quando a pochi secondi dal termine spreca clamorosamente l’occasione del pareggio, spedendo sul fondo un assist di Cerri

Pavoletti: 7. Chi, se non lui? 16 gol stagionali e record personale, 11 di testa, decisivo più che mai per sospingere il Cagliari verso la salvezza. Nulla da aggiungere.

All. Maran: 5.5. Schiera la miglior squadra possibile, affidandosi alla grande forma di Pavoletti. Purtroppo per lui gli episodi condannano i rossoblù, che avrebbero meritato il pareggio.

Marco Zucca

Leggi anche

Articoli consigliati:

Ti potrebbe interessare anche

Articoli correlati:

"Si impenna in rovesciata Riva ed è rete!"

Verticali

annunci
stilefashion
viverecongusto
terraecuore
portaleletterario
cronacastorica
Questo sito utilizza cookies sia tecnici che e di terze parti. Continuando la navigazione acconsenti al loro utilizzo - Informativa completa - OK