15/09/2018, 08:23 | Di Luca Neri | Categoria: Gli Avversari

Largo ai giovani per rinascere: ecco il Milan di Gattuso

Conosciamo meglio i prossimi avversari del Cagliari

Archiviata la pausa nazionali, il Cagliari si rituffa nel campionato. Ad attenderlo il Milan, che a Cagliari ha raramente lasciato punti. Di certo i rossoneri degli ultimi anni son decisamente più umani di un tempo, e dall'addio di Ibra, Thiago Silva e compagnia in poi son diventati decisamente più battibili. A generare il crollo verticale della squadra mangia-Champions che fu, anni di gestione societaria superficiale e approssimativa, con investimenti folli in giocatori a fine carriera con ingaggi pesantissimi.

Ora che ai piani alti si è fatta chiarezza, il club di via Aldo Rossi sta tentando di rivivere i fasti di un tempo, cercando di alzare l'asticella in sede di mercato. Rientra in quest'ottica l'acquisto di Gonzalo Higuain, prelevato a prezzo di saldo dalla Juventus ed inserito nella maxi operazione che ha coinvolto anche Bonucci e Caldara.

Proprio su quest'ultimo i rossonere scommettono tantissimo, pur se Gattuso non lo ha ancora utilizzato: il tecnico non lo ritiene ancora pronto per certi meccanismi, e sin ora (e la partita col Cagliari non dovrebbe fare eccezione) gli ha sempre preferito Musacchio, in coppia con l'imprescindibile Romagnoli.

In generale il Milan è una squadra giovane, con tanto entusiasmo e voglia di tornare (o diventare, a seconda dei punti di vista) grande. L'inizio di campionato non è stato particolarmente fortunato ma i diavoli hanno potuto dimostrare di esser fatti di un'ottima pasta: saltato il match d'esordio per la tragedia di Genova, di fatto il campionato è cominciato a Napoli dove, avanti per due reti a zero, i rossoneri si son fatti rimontare da uno strepitoso Zielinski e da Mertens. Peccati di gioventù, ci stanno in tenera età. Specie se la stessa poi, una settimana dopo, ti fa battere la Roma con un gol all'ultimo secondo di Cutrone, l'uomo della provvidenza. Contro i sardi non ci sarà: il bomber dell'Under 21 si ė infortunato in nazionale.

Higuain sarà dunque assistito da Suso e Calhanoglu: le due ali tendoni a giocare molto esterne, per allargare le difese e consentire gli inserimenti letali dei due interni di centrocampo, Bonaventura e Kessie. Sono loro due le armi in più di Gattuso, prova ne sia che entrambe le due mezzali son andate in gol in questo avvio di stagione. A fare da filtro da mediana e difesa Biglia, non esattamente nel momento migliore della sua carriera ma comunque con la fiducia incondizionata del tecnico.

A Cagliari potrebbe esordire da terzino sinistro Laxalt, ultimo acquisto milanista. Corsa da maratoneta e tanta qualità, è un jolly che tutti gli allenatori vorrebbero in rosa. Col Genoa giocava in un centrocampo a cinque, il quarto lo ha fatto soprattutto com l'Uruguay ma si disimpegna egregiamente. Su quella corsia i sardi avranno da lavorare.

Probabile formazione (4-3-3): Donnarumma; Calabria, Romagnoli, Musacchio, Laxalt; Kessie, Biglia, Bonaventura; Suso, Higuain, Calhanoglu. 

Luca Neri

Leggi anche

Articoli consigliati:

Ti potrebbe interessare anche

Articoli correlati:

"Si impenna in rovesciata Riva ed è rete!"

Verticali

annunci
stilefashion
viverecongusto
terraecuore
portaleletterario
cronacastorica
Questo sito utilizza cookies sia tecnici che e di terze parti. Continuando la navigazione acconsenti al loro utilizzo - Informativa completa - OK