18/09/2019, 08:39 | Di Michelangelo Corrias | Categoria: Approfondimenti

3 su 3: Cagliari, che cinismo!

Contro il Parma si è concretizzato tutto ciò che si è creato

foto: sportal.it
foto: sportal.it

Nel segno del numero 3. Tre, come i primi punti di questa nuova stagione, tre come le reti al Tardini, e tre come i tiri che hanno consentito ai rossoblu di battere il Parma al termine di una prestazione non certo brillante nel gioco, ma sicuramente cinica per come è maturato il risultato finale.

Se è vero che questo Cagliari non produce tanto in zona offensiva, è anche vero che domenica ha capitalizzato al meglio le occasioni create dalle parti di Sepe. Non è stato un gioco fluido, con bei fraseggi e circolazioni veloci, ma senza il peso di Pavoletti è normale che la squadra faccia fatica, e allora quei pochi palloni buoni bisogna saperli sfruttare.

Il terzo gol è la prova del cinismo puro: Parma sbilanciato come si è visto raramente, sfera rubata per un contropiede da manuale con una linea di tre giocatori che si proiettano in avanti, con il Cholito che porta palla fino al limite d'area e trafigge l'estremo difensore crociato.

L'identità non c'è ancora, ma la mentalità sì. I ragazzi di Maran hanno saputo leggere perfettamente la gara, capendo che il Parma avrebbe fatto la partita per lungi tratti, e non potendo viaggiare per tutto il match sulla stessa lunghezza d'onda degli avversari, saggiamente hanno aspettato il momento giusto, che è arrivato con l'uomo che non ti aspetti, Ceppitelli, travestitosi da bomber per un giorno, il quale ha messo a segno due centri pesantissimi.

Un miglioramento notevole dei sardi sotto questo aspetto, visto che contro Brescia e Inter avevano sciupato due palle gol che avrebbero cambiato il corso degli eventi, con Joao Pedro prima e con Cerri poi. Il prossimo passo sarà quello di mettere più legna al fuoco, e verticalizzare di più per Simeone, che nel suo spartito presenta più soluzioni dello stesso Pavoloso, come ha dimostrato in terra emiliana.

Per ora può anche bastare così, era fondamentale vincere e dare un segnale al campionato, all'insegna del cinismo, il bel gioco arriverà strada facendo, si spera.

Michelangelo Corrias

Leggi anche

Articoli consigliati:

Ti potrebbe interessare anche

Articoli correlati:

"Si impenna in rovesciata Riva ed è rete!"

Verticali

annunci
stilefashion
viverecongusto
terraecuore
portaleletterario
cronacastorica
Questo sito utilizza cookies sia tecnici che e di terze parti. Continuando la navigazione acconsenti al loro utilizzo - Informativa completa - OK