20/08/2019, 07:29 | Di Antonello Cossu | Categoria: Approfondimenti

Ceppitelli, eccesso di confidenza

Il capitano rossoblù dovrà lavorare sui cali di concentrazione che ogni tanto ancora vengono alla luce

2015
2015

Per un difensore la concentrazione è tutto. Abbassare la guardia anche solo per un momento porta ad esporre il fianco all’avversario e rischiare di essere colpito, delle volte duramente.

Luca Ceppitelli è un buon difensore, un buon capitano, un giocatore sicuramente di categoria (come dimostra l’interesse nei suoi confronti di qualche squadra di Serie A e del CT Mancini) ma delle volte pecca di troppa confidenza, di un eccesso di confidenza, per usare le parole di Vittorio Sanna. Questo lo conduce, ogni tanto, a perdersi in errori che potrebbe tranquillamente evitare e magari “rovinare” delle belle prestazioni, proprio come accaduto parzialmente nella sfida contro il Chievo: 90 minuti perfetti e 2 di “follia” che, in coabitazione con gli errori di altri compagni meno e più esperti, stavano per costare due reti.

Come provare a superare questi cali? Lavorando sui dettagli. Invece di provare un dribbling in una posizione pericolosa del campo, meglio una bella spazzata vecchio stile con livello di rischio zero. Invece di farsi superare da un lancio “innocuo” proveniente dalle retrovie e magari perdere colpevolmente un avversario, meglio posizionarsi un pochino più indietro e risolvere il problema in anticipo utilizzando intelligenza ed astuzia.

Quasi sempre la semplicità è la miglior cosa, il superfluo non tutti possono permetterselo e il più delle volte fa solo danni, soprattutto se di mestiere fai il difensore.

Antonello Cossu

Leggi anche

Articoli consigliati:

Ti potrebbe interessare anche

Articoli correlati:

"Si impenna in rovesciata Riva ed è rete!"

Verticali

annunci
stilefashion
viverecongusto
terraecuore
portaleletterario
cronacastorica
Questo sito utilizza cookies sia tecnici che e di terze parti. Continuando la navigazione acconsenti al loro utilizzo - Informativa completa - OK